logosito STAGIONE 2000 - 2001



CAMPIONATO
logosito



ROMA - PARMA

XXXIV GIORNATA
17 Giugno 2001 ORE 15.00



romacalcio
ROMA
3 - 1

parmacalcio
PARMA



Antonioli 8, Zebina 8 (65’ Mangone 8), Samuel 8, Zago 8, Cafu 8, Tommasi 8, Emerson 8, Candela 8, Totti 9,5, Batistuta 8 (80’ Delvecchio 8), Montella 8 (80’ Nakata 8)

All.: Capello
19' Totti
39' Montella
78' Batistuta
82' Di Vaio

Arbitro: Braschi
Buffon 8, Cannavaro P. 6, Thuram 6, Cannavaro F. 6, Sartor 5,5 (53’ Amoroso 5), Fuser 5,5, (57’ Boghossian 5), Almeyda 5 (76’ Benarrivo Sv), Sensini 6, Falsini 5, Milosevic 6, Di Vaio 6,5

All.: Ulivieri
A disposizione:
Lupatelli, Zanetti C., Di Francesco, Guigou

A disposizione:
Guardalben, Bangoura, Mboma



I RISULTATI DI GIORNATA

CLASSIFICA

CLASSIFICA MARCATORI
Brescia 3 - 1 Bari
Roma 75
Crespo (Lazio) 25 (1 rig.)
Fiorentina 1 - 2 Napoli
Juventus 73
Shevchenko (Milan) 24 (6 rig.)
Inter 2 - 1 Bologna
Lazio 69
Chiesa (Fiorentina) 22 (3 rig.)
Juventus 2 - 1 Atalanta
Parma 56
Batistuta (Roma) 20 (1 rig.)
Lecce 2 - 1 Lazio
Inter 51
Vieri (Inter) 17 (4 rig.)
Reggina 2 - 1 Milan
Milan 49
Hubner (Brescia) 16 (6 rig.)
Roma 3 - 1 Parma
Atalanta 44


Udinese 2 - 3 Vicenza
Bologna 44


Verona 2 - 1 Perugia
Brescia 44






Fiorentina 43


Roma campione d'Italia dopo 18 anni. Napoli e Vicenza in serie B. Verona e Reggina allo spareggio
Perugia 42



Udinese 38



Lecce 37



Verona 37






Reggina 37






Napoli 36






Vicenza 36






Bari 20






scudetto
Roma campione d'Italia 2000/2001
Lecce tredicesimo per classifica avulsa

Reggina retrocessa dopo lo spareggio con il Verona:
VERONA - REGGINA 1-0
REGGINA - VERONA 1-2


Reggina, Napoli, Vicenza e Bari retrocesse in serie B






























































"Corriere dello Sport"

In prima pagina:
Totti Montella Batistuta: segna il Trio delle Meraviglie. Trionfo all’Olimpico, scudetto giallorosso dopo 18 anni.
ROMA CAMPIONE D'ITALIA. Montella è entrato nel secondo tempo ed ha risolto ancora una volta i guai di Capello pareggiando il gol di Coco: “Ma così non si può andare avanti”. Scudetto a tre punti, ma domenica c’è la sosta.

IV pagina:
ROMA SCUDETTO – IL TRIONFO.
FIRMATO TOTTI, MONTELLA, BATI! Con i loro gol la Roma liquida il Parma e scoppia la festa. Brividi per l’assurda invasione anticipata.

VI pagina:
ROMA SCUDETTO – IL TRIONFO.
SENSI: ROMA PIÙ FORTE DEI POTENTI. “Abbiamo lottato e vinto contro tutti. E adesso proveremo ad aprire un ciclo”.

VII pagina:
ROMA SCUDETTO – IL TRIONFO.
CAPELLO: LA MIA IMPRESA PIÙ BELLA. “È stato lo scudetto più difficile, il campionato non finiva mai. C’è voluto un record per vincerlo”.

VIII pagina:
ROMA SCUDETTO – IL TRIONFO.
TOTTI: PER ME E PER TUTTI I ROMANISTI. “Il giorno che inseguivo da una vita. Siamo stati i più forti, come questi incredibili tifosi”.

IX pagina:
ROMA SCUDETTO – IL TRIONFO.
BATIGOL: L'HO CERCATO ED È MIO. “Era giusto venire a Roma: dopo 10 anni di lotte, il trionfo. Me lo merito, lo tengo tutto per me”.

X pagina:
ROMA SCUDETTO – IL TRIONFO.
ANTONIOLI: PENSO SOLO ALLA FESTA. “Le amarezze del passato? Ne riparleremo, lo scudetto non ti fa pensare a certe cose”.

XI pagina:
ROMA SCUDETTO – IL TRIONFO.
CANDELA: VALE PIÙ DEL MONDIALE. Samuel: “Ho vinto molto, ma non ho mai visto uno spettacolo così”. Zago: “Ora vorrei rimanere”.

XIII pagina:
ROMA SCUDETTO – IL TRIONFO.
"ROMA!", E LA CITTÀ È GIALLOROSSA. Più di un milione di persone festeggiano in strada: poi tutti al Circo Massimo come 18 anni fa. Il necrologio di Lazio e Juve, le canzoni – mito di Galopeira, le vecchie bandiere dell’83 per una festa rinviata da un mese.
Anche le suore di Testaccio cantano con i tifosi e alla fine scatta l’applauso: “Viva la Roma, viva il Papa”.

XIV pagina:
ROMA SCUDETTO – IL TRIONFO.
CAFU, BATIGOL, MONTELLA E TOTTI: ECCO I GLADIATORI. A loro il voto più alto (9,5) tra i 23 giocatori protagonisti del trionfo. Un 9 a Candela e Tommasi. I sacrifici di Delvecchio, la classe di Nakata, gli innesti decisivi di Samuel e Emerson. Bene Zago, ok Antonioli (non s’è piegato alle critiche). Aldair esempio da seguire, l’importanza dei comprimari. Infine il più bravo di tutti, Capello: freddo, equilibrato, vincente.

XV pagina:
ROMA SCUDETTO – IL TRIONFO.
UNA FAVOLA COMINCIATA CON UN PATTO D'ACCIAIO. A settembre Trigoria assediata dai tifosi dopo l’eliminazione in Coppa Italia. Il campionato dei record non è ancora partito, la Roma non si fermerà più.
La prima sconfitta alla quarta giornata con l’Inter. Ma dopo due turni, Capello è già solo in vetta. Il secondo kappaò a gennaio, di nuovo a Milano. Poi l’Uefa sfuma a Liverpool per colpa di Aranda.
La Roma fa il vuoto e cade (di lunedì) a Firenze. Zoff e Ancelotti sperano ancora nella rincorsa. Castroman rimanda la festa nel derby.
Il riabilitato Nakata e Montella spengono la Juve: È SCUDETTO!
Totti
Totti: e 1...

Montella
Montella: e 2...

Batistuta
Batistuta: e 3. È scudetto!
Invasione di campo
I tifosi invadono l'Olimpico
Invasione di campo
La gioia è indescrivibile
Invasione di campo
Il prato non si vede più
Invasione di campo
I tifosi sono completamente impazziti di gioia
Per la città
E anche la città si tinge di giallorosso
Per la città
Piazza del Popolo
Per la città
Roma è solo romanista
Per la città
L'immortale Coloseo