logosito STAGIONE 1998 - 1999



CAMPIONATO
logosito



ROMA - LAZIO

XXVIII GIORNATA
11 Aprile 1999



Roma
ROMA
3 - 1

laziocalcio
LAZIO



Konsel 6,5, Cafu 6 (79' Quadrini Sv), Zago 6,5, Aldair 6,5, Candela 6, Alenichev 7,5, Tommasi 7, Di Francesco 6,5, Gautieri 6,5 (68' Paulo Sergio 4), Delvecchio 8,5, Totti 6,5

All.: Zeman
13' Delvecchio
43' Delvecchio
79' Vieri
90' Totti

Arbitro: Borriello
Espulsi: 70' Paulo Sergio e Mihajlovic per reciproche scorrettezze, 81' Nesta per fallo da ultimo uomo
Marchegiani 6, Negro 5, Nesta 4, Mihajlovic 4, Pancaro 5, Sergio Conceicao 6,5 (62' Lombardo 5), Mancini 5 (69' De La Pena 5), Almeyda 6, Nedved 5,5, Vieri 6, Salas 5 (62' Boksic 5,5)

All.: Eriksson
A disposizione:
Campagnolo, Ferri, Conti D., Tomic, Bartelt

A disposizione:
Ballotta, Favalli, Gottardi, Okon



I RISULTATI DI GIORNATA

CLASSIFICA

CLASSIFICA MARCATORI
Cagliari 1 - 2 Udinese
Lazio 56
Batistuta (Fiorentina) 19
Fiorentina 2 - 2 Bari
Milan 52
Crespo (Parma) 16
Juventus 2 - 2 Bologna
Fiorentina 51
Delvecchio (Roma) 16
Milan 2 - 1 Parma
Parma 48
Muzzi (Cagliari) 15
Piacenza 2 - 0 Perugia
Roma 45
Inzaghi S. (Piacenza) 14
Roma 3 - 1 Lazio
Udinese 45
Signori (Bologna) 14
Salernitana 2 - 0 Inter
Juventus 42


Sampdoria 2 - 1 Venezia
Bologna 40


Vicenza 2 - 0 Empoli
Inter 39






Cagliari 33


Un Bari bravissimo elimina il Trap.
Salerno può sperare, Inter inguardabile

Bari 32



Perugia 32



Venezia 32



Piacenza 31






Vicenza 29






Sampdoria 29






Salernitana 27






Empoli* 19















* Empoli due punti di penalizzazione




























"Corriere dello Sport"

Raccontami la tua partita - Mandami una mail mail con il tuo contributo.

In prima pagina:
La Roma vince il derby dopo 5 anni e riapre il campionato: Milan a -4.
PADRONI. Delvecchio e Totti stendono la Lazio che finisce in nove.
Zeman non nasconde la felicità: "Finalmente ho vinto, ora il campionato è riaperto... per tutti". E scherza: "Panchina salva per una settimana".
Delvecchio senza limiti:" Potevo fare altri due gol. Questa Roma può battere chiunque".
Sensi si sfoga: "Moralmente avevamo già vinto".

III pagina:
Dopo quattro anni e mezzo, all'undicesimo tentativo, i giallorossi battono i cugini.
TOTTI E DELVECCHIO SHOW. Salas notte da dimenticare, Paulo Sergio espulso dopo due minuti.

IV pagina:
Il tecnico felice per la prima vittoria da giallorosso nel derby. E c'è aria di Champions League.
ZEMAN: CAMPIONATO RIAPERTO. "Col successo della Roma c'è più interesse, per tutti. In meno, rispetto alla Lazio, avevamo solo qualche punto. Finalmente ho vinto, ma anche l'anno scorso c'ero andato vicino. La soddisfazione dei tifosi è superiore alla mia. Ho salvato il posto per una settimana... Delvecchio? Grande attaccante".

VI pagina:
DOPPIO DELVECCHIO E LEZIONE DI ZEMAN. Grande derby, in gol anche Vieri (che riaccende le speranze biancazzurre) e Totti (che ha chiuso il conto). Espulsi Paulo Sergio, Mihajlovic e Nesta.

VII pagina:
È stato il grande protagonista della partita. Con la sua doppietta ha steso la Lazio.
DELVECCHIO: UN VERO TRIONFO. "Sentivamo di poter rompere finalmente l'incantesimo. Ho segnato due gol molto belli e potevo farne anche altri due. Anche Zeman era felice, come non lo avevo mai visto. Restano i rimpianti per quello che avremmo potuto fare. Questa Roma può battere chiunque".

VIII pagina:
Gautieri si spiega: "È una vittoria che non si potrà dimenticare". E il presidente si sfoga.
SENSI: COME UNA LIBERAZIONE. "Quest'anno nelle sfide con la Lazio è andata diversamente, perché per me moralmente questo è il secondo derby vinto. C'era rimasta questa soddisfazione e siamo riusciti a prenderla. Possiamo andare in Champions League, ma resta il fatto che alcuni punti ci sono stati negati da note ragioni".

IX pagina:
Il brasiliano, una vera diga in difesa, è il ritratto della felicità e dedica il successo a molti.
ZAGO: ORA LA CHAMPIONS LEAGUE. "Possiamo centrarla, non è ancora detta l'ultima. Restava il derby, sono felice di aver centrato questo obiettivo. Una vittoria importantissima, sia per la classifica che per il morale. Abbiamo dato ai tifosi una bella soddisfazioen, la meritavano. Almeno hanno goduto dopo tante amarezze".