logosito
ADRIANO ZECCA
logosito



Adriano Zecca Genova, 11 - 04 - 1923 / Genova, 01 - 03 - 1983
Esordio in serie A: 14 Ottobre 1945, Juventus-Torino 2-1

STAGIONE
SQUADRA
SERIE
PRESENZE
GOL
1941-1942
SANREMESE
C
?
?
1942-1943
REGGIANA
C
18
14
1945-1946
TORINO
A
2
-
1946-1947
MODENA
A
36
6
1947-1948
VENEZIA
B
33
16
1948-1949
VENEZIA
B
39
22
1949-1950
ROMA
A
36
8
1950-1951
ROMA
A
18
3
1951-1952
ROMA
B
27
9
1952-1953
ROMA
A
10
2



STAGIONE
DATA
COMPETIZIONE
PARTITA
GOL
1949-1950
11 Settembre 1949
Campionato
1 Giornata
Roma - Pro Patria 2-0
2-0
18 Dicembre 1949
Campionato
16 Giornata
Roma - Venezia 3-2
1-0
24 Dicembre 1949
Campionato
17 Giornata
Roma - Bari 6-0
3-0
4-0
22 Gennaio 1950
Campionato
21 Giornata
Roma - Genoa 3-0 3-0
12 Febbraio 1950
Campionato
24 Giornata
Bologna - Roma 2-1
2-1
16 Aprile 1950
Campionato
32 Giornata
Lucchese - Roma 3-1
2-1
30 Aprile 1950
Campionato
34 Giornata
Roma - Juventus 1-0 1-0
1950-1951
21 Gennaio 1951
Campionato
20 Giornata
Roma - Bologna 2-2
2-2
11 Febbraio 1951
Campionato
23 Giornata
Padova - Roma 3-1
1-1
10 Giugno 1951
Campionato
37 Giornata
Roma - Fiorentina 3-0
1-0
1951-1952
28 Ottobre 1951
Campionato
8 Giornata
Marzotto - Roma 2-3
1-1
2-3
23 Dicembre 1951
Campionato
14 Giornata
Roma - Reggiana 4-0
2-0
4-0
06 Gennaio 1952
Campionato
16 Giornata
Roma - Livorno 3-0
2-0
3-0
27 Gennaio 1952
Campionato
19 Giornata
Roma - Verona 1-0
1-0
08 Giugno 1952
Campionato
36 Giornata
Roma - Catania 3-0
2-0
15 Giugno 1952
Campionato
37 Giornata
Roma - Siracusa 6-0 6-0
1952-1953
23 Novembre 1952
Campionato
10 Giornata
Pro Patria - Roma 0-1
0-1
01 Marzo 1953
Campionato
23 Giornata
Como - Roma 2-1
2-1



BIOGRAFIA

Attaccante di peso, molto dotato nel gioco aereo, fa in tempo a rivelarsi prima della guerra nelle file della Reggiana.
Centravanti ed interno di punta di buona stazza, è particolarmente portato nel traffico delle aree di rigore e non teme le rudezze degli avversari.
Dopo il conflitto, Novo lo chiama al Grande Torino, ove ha il compito di fungere da riserva per Gabetto. Si trova chiuso e non può perciò dimostrare il suo valore, per cui al termine dell'anno viene trasferito al Modena, ove gioca una stagione di serie A da titolare e dimostra di poter reggere il confronto col grande calcio.
È il Venezia a quel punto ad assicurarsene le prestazioni e in laguna, l'attaccante genovese esplode, dando luogo a due tornei di serie B conditi da ben 38 reti. Che diventano il suo trampolino di lancio per Roma, sponda giallorossa, ove si sta cercando di ovviare alle lacune emerse negli anni passati.
Gioca una stagione più che discreta, dimostrando ancora una volta che nella massima serie può starci tranquillamente, arrivando addirittura ad essere convocato in Nazionale, ma nella stagione successiva anche lui viene travolto dalle difficoltà che spingono alfine la Roma in serie B.
Arrivato Viani, pretende la conferma di un giocatore che ritiene importante per il progetto di gioco che ha in mente e Zecca fornisce un ottimo contributo alla rinascita giallorossa.
Nel 1952-53, però, trova poco spazio, poichè è ormai esploso Carletto Galli, facendo suo il posto di centravanti titolare.
A Zecca non rimane che partire, ma ormai la sua carriera va rapidamente declinando.