logosito
VALERIO VIRGA
logosito



Virga

03/04
04/05
06/07
Valerio Virga 2003/2004 Valerio Virga 2004/2005 Valerio Virga 2006/2007
08/09
10/11
Valerio Virga 2008/2009 Valerio Virga 2010/2011
Roma, 29 - 06 - 1986
Esordio in serie A: 10 Aprile 2005, Udinese-Roma 3-3

Vincitore della Coppa Italia 2007

STAGIONE
SQUADRA
SERIE
PRESENZE
GOL
2003-2004
ROMA
A
-
-
2004-2005
ROMA
A
6
-
2005-2006
ASCOLI
A
-
-
2006-2007
ROMA
A
4
-
2007-2008
GROSSETO
B
23
1
2008-2009
Gennaio 2009
ROMA
NOVARA
A
1
-
1° Div.
6
-
2009-2010
COSENZA
1° Div.
20
2
2010-2011
ROMA
A
-
-
2011-2012
Gennaio 2012
VIRTUS LANCIANO
ROMA
1° Div.
-
-
A
-
-
2012-2013
ROMA
A
-
-



STAGIONE
DATA
COMPETIZIONE
PARTITA
GOL
2006-2007
29 Novembre 2006
Coppa Italia
Ottavi di Finale - Ritorno
Roma - Triestina 2-0 1-0



BIOGRAFIA

Come spesso accade nel mondo del calcio (e non solo), trovarsi nel posto sbagliato nel momento sbagliato può far crollare una carriera che stava per sbocciare, nell'arco di poche settimane.
E' il caso di Valerio Virga, centrocampista romano cresciuto nelle giovanili giallorosse e con la cui Primavera vince uno scudetto di categoria nel 2005.
E proprio nel 2005, esordisce in serie A contro l'Udinese e riesce a scendere in campo per altre 5 volte in quella stagione.
La Roma decide di farlo definitivamente maturare mandandolo in prestito ad Ascoli, ma già durante l'estate si procura un grave infortunio al legamento del ginocchio e salterà di fatto tutta la stagione.
Rientra alla base l'anno successivo e Spalletti lo fa giocare spesso, soprattutto in Coppa Italia, competizione nella quale segnerà il suo primo (ed unico) gol con la maglia giallorossa. Esordisce poi anche in Champions League contro il Valencia.
Per il centrocampista romano sembra l'inizio di una bella storia di calcio, e la Roma decide di riprovare il prestito costruttivo, questa volta al Grosseto.
Qui Virga dimostra di essere un giocatore vero, segnando una rete in 23 presenze totali. Rientra a Roma dove però trova poco spazio.
Il ragazzo si immalinconisce e il lungo contratto che lo lega alla Roma non lo aiuta a trovare destinazioni stabili, se non prestiti continui in cui, comunque, trova sempre le porte del campo più o meno chiuse.
Rientra di nuovo a Roma, ma né con Ranieri né con Montella trova l'appoggio dei tecnici e allora continua ad allenarsi da solo, messo fuori rosa.
Prova a ripartire dalla Virtus Lanciano, sempre in prestito, dove però trova difficoltà nel rapporto con il tecnico Carmine Gautieri, e come se non bastasse si infortuna di nuovo al legamento del ginocchio e la Roma decide di rinnovargli il contratto fino al giugno del 2013 per permettergli le spese dell'operazione.
Ma qui, poi, finisce il suo rapporto con la squadra giallorossa.