logosito
LUCIANO PANETTI
logosito



Luciano Panetti 1958/1959 Porto Recanati (MC), 13 - 07 - 1929 / Civitanova Marche (MC), 26 - 12 - 2016
Esordio in serie A: 18 Settembre 1955, Roma-Lanerossi Vicenza 4-1

STAGIONE
SQUADRA
SERIE
PRESENZE
GOL
1949-1950
JESI
C
?
-?
1950-1951
JESI
C
?
-?
1951-1952
JESI
C
?
-?
1952-1953
MODENA
B
24
-?
1953-1954
MODENA
B
34
-?
1954-1955
MODENA
B
30
-
1955-1956
ROMA
A
28
-34
1956-1957
ROMA
A
17
-30
1957-1958
ROMA
A
34
-42
1958-1959
ROMA
A
32
-37
1959-1960
ROMA
A
30
-43
1960-1961
ROMA
A
8
-14



BIOGRAFIA

E' probabilmente uno dei migliori portieri italiani degli anni '50.
Si mette in grande evidenza con la maglia del Modena, ove disputa tre ottimi tornei di serie B e viene acquistato dalla Roma nel 1955-56, per sostituire il fortissimo, ma scarsamente affidabile Moro, per la bella cifra di quasi trentaquattro milioni di lire.
Viene dalla gavetta e il fatto di doversi calare nella realtà della grande metropoli, non gli fa alcun effetto. Proprio grazie alla sua freddezza, non risente assolutamente del salto di categoria e assicura alla difesa quella tranquillità venuta meno con le mattane del predecessore.
Panetti è un portiere molto spettacolare e perciò molto amato dai tifosi. Molto alto, per i parametri dell'epoca, fa della esuberanza fisica il suo asso nella manica e quando si tuffa da un palo all'altro, è un piacere per gli occhi degli appassionati. E di conseguenza, coltiva meno il senso del piazzamento e la tecnica, che pure sono cose estremamente importanti per un ruolo delicato come il suo. Si fida delle sue doti, forse troppo.
Purtroppo, a volte, eccede in questa sua tendenza e gli succede di sbagliare clamorosamente l'intervento, regalando goals incredibili agli avversari. Sarà proprio questo difetto a frenarne un poco la carriera e ad impedirgli di approdare in nazionale: il suo curriculum azzurro recita di due sole presenze con la squadra B e forse meriterebbe qualcosa di più.
Dopo sei campionati in giallorosso, l'arrivo di Cudicini riduce di molto la sua possibilità di impiego e Panetti è costretto ad emigrare.
Non risulta tra i vincitori della Coppa delle Fiere del 1961 in quanto la finale della competizione fu giocata ad ottobre, quando ormai era già passato al Torino.