logosito
PIERGIORGIO NEGRISOLO
logosito



Piergiorgio Negrisolo 1975/1976

73/74
74/75
Piergiorgio Negrisolo 1973/1974 Piergiorgio Negrisolo 1974/1975
Viadana (MN), 22 - 07 - 1950
Esordio in serie A: 06 Ottobre 1968, Sampdoria-Torino 1-1

STAGIONE
SQUADRA
SERIE
PRESENZE
GOL
1967-1968
REGGIANA
B
16
-
1968-1969
SAMPDORIA
A
5
-
1969-1970
SAMPDORIA
A
19
1
1970-1971
SAMPDORIA
A
2
-
1971-1972
SAMPDORIA
A
29
1
1972-1973
SAMPDORIA
A
24
-
1973-1974
ROMA
A
26
3
1974-1975
ROMA
A
28
1
1975-1976
ROMA
A
24
3



STAGIONE
DATA
COMPETIZIONE
PARTITA
GOL
1973-1974
09 Dicembre 1973
Campionato
8 Giornata
Lazio - Roma 2-1 0-1
21 Aprile 1974
Campionato
26 Giornata
Roma - Inter 3-3
2-3
05 Maggio 1974
Campionato
28 Giornata
Roma - Juventus 3-2
2-1
1974-1975
27 Aprile 1975
Campionato
27 Giornata
Roma - Lanerossi Vicenza 1-0
1-0
1975-1976
27 Agosto 1975
Coppa Italia
Girone 6 - 1 Giornata
Roma - Pescara 5-1
3-0
30 Novembre 1975
Campionato
7 Giornata
Roma - Torino 1-1
1-1
18 Gennaio 1976
Campionato
13 Giornata
Napoli - Roma 2-1 2-1
08 Febbraio 1976
Campionato
16 Giornata
Cagliari - Roma 1-5 1-5



BIOGRAFIA

Arriva nel novembre del 1973, dalla Sampdoria, ove si č affermato giovanissimo.
Terzino dal piede discretamente educato, ha ottime doti tattiche e grande facilitŕ di corsa.
Liedholm, che ha appena rilevato Scopigno sulla panchina, lo schiera subito tra i titolari, ricevendone risposte importanti. In particolare, nel primo derby di quell'anno, Negrisolo segna un gran gol che, se non serve ai fini del risultato (la partita fině 2-1 per la Lazio, tra le proteste romaniste per il discutibile arbitraggio di Lo Bello) ha comunque l'effetto di proporlo all'attenzione di una tifoseria in cerca di beniamini.
Nato terzino, nella Roma diventa tornante, poichč il Barone pensa bene di assicurare sostegno atletico alla coppia di mezzali formata da Cordova e da quel Picchio De Sisti appena tornato dalla Fiorentina ed espressamente richiesto dal tecnico svedese per il modulo che aveva in mente.
Il suo lavoro oscuro, ma prezioso č estremamente utile ai fini dell'equilibrio di squadra, in quanto Negrisolo va sovente a coprire la zona di campo rimasta sguarnita in seguito all'avanzata dei centrocampisti. Proprio l'equilibrio č la caratteristica che rende fortissima la Roma in quel 1974-75 che la vede tornare ad alti livelli, a venti anni dall'ultimo terzo posto ottenuto e di questo equilibrio, Negrisolo č uno degli ingredienti principali.
Negli anni successivi, rimane quasi sempre su discreti livelli, ma paga la pessima annata 1975-76 quando una incredibile campagna acquisti č alla base di un clamoroso fallimento che travolge tutto e tutti.