logosito
ROBERTO MUZZI
logosito



Roberto Muzzi 1994/1995

89/90
90/91
91/92
Roberto Muzzi 1989/1990 Roberto Muzzi 1990/1991 Roberto Muzzi 1991/1992
92/93
93/94
Roberto Muzzi 1992/1993 Roberto Muzzi 1993/1994
Roma, 29 - 01 - 1971
Esordio in serie A: 11 Febbraio 1990, Inter-Roma 1-1

Vincitore della Coppa Italia 1991

Campione d'Europa Under 21 1994

STAGIONE
SQUADRA
SERIE
PRESENZE
GOL
1989-1990
ROMA
A
1
-
1990-1991
ROMA
A
15
3
1991-1992
ROMA
A
10
1
1992-1993
ROMA
A
24
1
1993-1994
Novembre 1993
ROMA
PISA
A
5
1
B
23
8
1994-1995
Novembre 1994
ROMA
CAGLIARI
A
2
-
A
22
12



STAGIONE
DATA
COMPETIZIONE
PARTITA
GOL
1990-1991
11 Novembre 1990
Campionato
8 Giornata
Roma - Cesena 4-1 4-1
03 Marzo 1991
Campionato
23 Giornata
Lecce - Roma 1-1 0-1
26 Maggio 1991
Campionato
34 Giornata
Pisa - Roma 1-1 0-1
1991-1992
01 Settembre 1991
Campionato
1 Giornata
Verona - Roma 0-1 0-1
03 Settembre 1991
Coppa Italia
Sedicesimi di Finale - Ritorno
Lucchese - Roma 1-2 0-1
1992-1993
16 Settembre 1992
Coppa Uefa
Trenteaduesimi di Finale - Andata
Wacker Innsbruck - Roma 1-4 1-4
25 Novembre 1992
Coppa Uefa
Ottavi di Finale - Andata
Roma - Galatasaray 3-1 2-0
30 Marzo 1993
Coppa Italia
Semifinale - Andata
Roma - Milan 2-0 1-0
09 Maggio 1993
Campionato
30 Giornata
Roma - Torino 4-5 2-1
1993-1994
03 Settembre 1993
Campionato
2 Giornata
Roma - Juventus 2-1 2-1
1994-1995
31 Agosto 1994
Coppa Italia
Sedicesimi di Finale - Andata
Fiorenzuola - Roma 0-3 0-1
0-3



BIOGRAFIA

È un prodotto delle minori romaniste, ma, incredibile a dirsi, è laziale.
Un laziale però, che si traveste da romanista, tanto da dire dopo un Cagliari-Roma in cui giustizia la sua ex squadra che lui, romano e romanista, è stato costretto a segnare una doppietta contro la Roma. Misteri della psiche.
Comunque è un ottimo attaccante, che con la squadra in cui cresce non riesce a trovare fortuna.
Attaccante rapido, dotato di ottimo tiro e buona capacità di capitalizzare le occasioni, fa il suo esordio giovanissimo, poco più che diciottenne, per poi rientrare nei ranghi.
Comincia a giocare con una certa continuità nella stagione 1991-92, per poi essere ceduto in prestito al Pisa nel novembre del 1993.
Torna a Roma, ma il suo rendimento in maglia giallorossa non raggiunge mai punte altissime, tanto che nel novembre del 1994, quando ormai è chiuso dai vari Balbo, Fonseca e Totti, viene ceduto in maniera definitiva al Cagliari.
Finisce anche alla Lazio di Cragnotti, dove finalmente può rivelare la sua vera fede. Solo che manca di correttezza e nel corso di una stracittadina tira fuori tutto il suo livore contro la Roma, contro cui non dovrebbe nutrire alcun risentimento, visto che è stato trattato coi guanti dalla sua ex società.
Ma tutto questo non basa a tenerlo lontano dai colori giallorossi.
Torna alla Roma ad allenare le squadre giovanili e sotto la presidenza americana, nella fallimentare stagione che vede Zdenek Zeman prima essere richiamato sulla panchina della prima squadra e poi allontanato, ricopre addirittura il ruolo di secondo al fianco di Aurelio Andreazzoli nel finale di stagione.
Stagione che si conclude con la vittoria della Lazio nella finale del derby di Coppa Italia. Non male per un fedelissimo laziale, no?