logosito
GIORGIO MORINI
logosito



Giorgio Morini 1975/1976

72/73
73/74
74/75
Giorgio Morini 1972/1973 Giorgio Morini 1973/1974 Giorgio Morini 1974/1975
Carrara, 11 - 10 - 1947
Esordio in serie A: 06 Ottobre 1968, Varese-Cagliari 1-6
Nazionale Italiana: 3 presenze

Vincitore della Coppa Anglo-Italiana 1972 (Roma)

STAGIONE
SQUADRA
SERIE
PRESENZE
GOL
1966-1967
INTER
A
-
-
1967-1968
VARESE
A
-
-
1968-1969
VARESE
A
1
-
1969-1970
VARESE
B
29
2
1970-1971
VARESE
A
28
2
1971-1972
VARESE
A
26
3
1972-1973
ROMA
A
27
1
1973-1974
ROMA
A
27
2
1974-1975
ROMA
A
29
2
1975-1976
ROMA
A
22
-



STAGIONE
DATA
COMPETIZIONE
PARTITA
GOL
1972-1973
03 Settembre 1972
Coppa Italia
Girone 6 - 3 Giornata
Roma - Como 3-1
2-1
25 Marzo 1973
Campionato
23 Giornata
Milan - Roma 3-1
2-1
1973-1974
06 Gennaio 1974
Campionato
12 Giornata
Roma Sampdoria 2-1
2-0
21 Aprile 1974
Campionato
26 Giornata
Roma - Inter 3-3
3-3
1974-1975
28 Agosto 1974
Coppa Italia
Girone 5 - 1 Giornata
Roma - Pescara 4-3
2-0
15 Settembre 1974
Coppa Italia
Girone 5 - 3 Giornata
Roma - Atalanta 3-0
2-0
08 Dicembre 1974
Campionato
9 Giornata
Cagliari - Roma 1-2
0-1
15 Maggio 1975
Campionato
30 Giornata
Inter - Roma 0-2
0-1



BIOGRAFIA

Dopo essersi formato nelle minori dell'Inter, si afferma nel Varese, ove gioca quattro tornei, di cui tre in serie A.
E' un centrocampista molto duttile, capace di difendere ed attaccare con eguale efficacia. Non eccezionale dal punto di vista tecnico, è però estremamente efficace, uno di quei giocatori abituati a far legna in mezzo al campo, mettendosi al servizio del regista di turno.
La Roma lo preleva nell'estate del 1972 e in giallorosso conferma subito tutto quello che si sapeva di lui.
Nelle prime due stagioni, rischia di essere travolto dalla crisi tecnica in atto, ma resiste all'imperversare della tempesta e con l'avvento di Liedholm entra nel periodo migliore della sua carriera.
Il Barone lo mette al servizio di due interni classici come Cordova e De Sisti e in tal modo ne esalta le doti di interditore.
Arriva addirittura in Nazionale, quando comincia l'esperimento dei piedi buoni di Bernardini, anche se non durerà a lungo.
Nel 1975-76, il suo rendimento diminuisce in maniera esponenziale e quando arriva l'offerta del Milan, Anzalone non si fa pregare per capitalizzare la sua cessione. E fa bene, perchè ormai Morini è entrato nella fase declinante della carriera.