logosito
FEDERICO JULIAN FAZIO
logosito



Federico Fazio 2017/2018

16/17
17/18
Federico Fazio 2016/2017 Federico Fazio 2017/2018
Buenos Aires (Argentina), 17 - 03 - 1987
Esordio in serie A: 20 Agosto 2016, Roma-Udinese 4-0
Nazionale Argentina: 10 presenze e 1 rete

Vincitore della Coppa di Spagna 2010
Vincitore della Supercoppa di Spagna 2007

Vincitore dell'Europa League 2014 - 2016

STAGIONE
SQUADRA
SERIE
PRESENZE
GOL
2005-2006
FERRO CARRIL OESTE (ARG)
B
31
3
2006-2007
Gennaio 2007
FERRO CARRIL OESTE (ARG)
SEVILLA ATLETICO (SPA)
B
17
-
B
15
2
2007-2008
SEVILLA (SPA)
A
22
3
2008-2009
SEVILLA (SPA)
A
16
-
2009-2010
SEVILLA (SPA)
A
10
1
2010-2011
SEVILLA (SPA)
A
19
1
2011-2012
SEVILLA (SPA)
A
28
1
2012-2013
SEVILLA (SPA)
A
26
3
2013-2014
SEVILLA (SPA)
A
27
2
2014-2015
Agosto 2014
SEVILLA (SPA)
TOTTENHAM (ING)
A
-
-
A
20
-
2015-2016
Gennaio 2016
TOTTENHAM (ING)
SEVILLA (SPA)
A
-
-
A
4
-
2016-2017
Agosto 2016
TOTTENHAM (ING)
ROMA
A
-
-
A
36
2
2017-2018
ROMA
A
34
2



STAGIONE
DATA
COMPETIZIONE
PARTITA
GOL
2016-2017
29 Settembre 2016
Europa League
Girone E - 2 Giornata
Roma - Astra Giurgiu 4-0 2-0
07 Febbraio 2017
Campionato
23 Giornata
Roma - Fiorentina 4-0 2-0
09 Marzo 2017
Europa League
Ottavi di Finale - Andata
Olympique Lyonnais - Roma 4-2 1-2
09 Aprile 2017
Campionato
31 Giornata
Bologna - Roma 0-3 0-1
2017-2018
16 Dicembre 2017
Campionato
17 Giornata
Roma - Cagliari 1-0 1-0
11 Febbraio 2018
Campionato
24 Giornata
Roma - Benevento 5-2 1-1



BIOGRAFIA

Arriva alla Roma un po' in sordina. In pochi lo conoscono e in molti sono rammaricati per la partenza quasi inaspettata di Rudiger.
Per questo i tifosi si fidano poco di questo "gigante" che dovrebbe affiancarsi a Manolas nella seconda Roma di Spalletti, che prevede di fare grandi cose.
Lui inizia senza proclami, inizialmente come riserva ma pian piano si conquista a suon di buone prestazioni il ruolo da titolare.
E lo mantiene saldo anche con l'arrivo sulla panchina giallorossa di Di Francesco, allenatore votato all'attacco alta e al 4-3-3: in molti tornano a dubitare sulle sue capacitÓ di adattarsi al gioco offensivo della Roma e alla sua relativa lentezza nei movimenti.
Ma il suo senso della posizione unita ad una grande sapienza tattica lo confermano come titolare nella coppia difensiva giallorossa, facendo ricredere tutti i suoi denigratori.