logosito
ALBERTO ELIANI
logosito



Alberto Eliani Trieste, 14 - 01 - 1922 / San Benedetto del Tronto (AP), 08 - 01 - 2009
Esordio in serie A: 21 Ottobre 1945, Pescara-Fiorentina 3-0
Nazionale Italiana: 2 presenze

STAGIONE
SQUADRA
SERIE
PRESENZE
GOL
1938-1939
PONZIANA
2° D
1
-
1939-1940
PONZIANA
C
1
-
1940-1941
PONZIANA
C
21
4
1941-1942
FIORENTINA
A
-
-
1942-1943
MODENA
B
16
9
1945-1946
FIORENTINA
A
18
-
1946-1947
FIORENTINA
A
36
1
1947-1948
FIORENTINA
A
35
3
1948-1949
FIORENTINA
A
21
-
1949-1950
FIORENTINA
A
36
-
1950-1951
Dicembre 1950
FIORENTINA
ROMA
A
-
-
A
21
-
1951-1952
ROMA
B
13
-
1952-1953
ROMA
A
16
-
1953-1954
ROMA
A
13
-
1954-1955
ROMA
A
26
-
1955-1956
ROMA
A
14
-



BIOGRAFIA

Uno dei tanti prodotti del vivaio triestino che, a cavallo della guerra, riescono ad affermarsi a livello nazionale.
Formatosi nella Ponziana, viene acquistato dal Modena, ove disputa un torneo di serie B che lo mette in grande evidenza e ne prefigura l'inevitabile salto di categoria. Che perō deve essere procrastinato a causa dell'arrivo della guerra sul suolo italiano, che costringe anche lui a lasciare due anni di carriera sul terreno.
Dopo il termine del conflitto, č la Fiorentina ad assicurarsene le prestazioni e in viola disputa una serie di ottime stagioni che lo portano all'attenzione del settore tecnico delle nazionali.
Terzino molto dotato tecnicamente, riesce a francobollare l'avversario diretto giocando molto sull'anticipo e senza dover ricorrere alla rudezza che distingue giā in quel lasso di tempo il nostro calcio. Ed č anche bravo in fase di sostegno, grazie ad una preparazione tecnica che si vede, eccome.
La Roma, alla disperata ricerca di giocatori capaci di elevare il tasso tecnico di una squadra in picchiata, lo strappa ai viola nella disgraziata stagione 1950-51, ma anche lui si perde a contatto col marasma tecnico che distingue ormai da anni l'ambiente.
Che ci sappia fare č indubbio, ma sballottato tra i continui mutamenti di indirizzo tecnico, alla fine perde la trebisonda e viene coinvolto nel patatrac che porta la Roma, nel clamore generale, in serie B.
Eliani non si perde comunque d'animo e, negli anni successivi, riesce a dare il suo discreto contributo alla rinascita giallorossa facendosi anche apprezzare all'interno dello spogliatoio per la rassegnazione con la quale deve piegarsi alle mattane di Helge Bronče.
Dopo sei stagioni nel corso delle quali ha saputo farsi benvolere dal pubblico di fede romanista, prende atto che l'etā sta ormai per avere la meglio e, nell'estate del 1956, opta per il ritiro.