logosito
MARIO DE MICHELI
logosito



Mario De Micheli Roma, 03 - 02 - 1906 / ?, 1965
Esordio in Prima Divisione: ?

Vincitore della Coppa Coni 1928

STAGIONE
SQUADRA
SERIE
PRESENZE
GOL
1924-1925
FORTITUDO
1° D
3
-
1925-1926
FORTITUDO
1° D
8
1
1926-1927
FORTITUDO
CDN
8
-
1927-1928
ROMA
CDN
-
-
1928-1929
ROMA
CDN
14
-
1929-1930
ROMA
A
30
-
1930-1931
ROMA
A
16
-
1931-1932
ROMA
A
10
-



BIOGRAFIA

Il mitico "Scrucchia" della Canzone di Testaccio.
Terzino non eccelso dal punto di vista tecnico, è però dotato di grande agonismo e ha un carattere fumantino che si adatta benissimo all'atmosfera delle partite che vedono contrapposte le squadre romane a metà degli anni '20 e che molto spesso degenerano in incidenti clamorosi. Nei quali, spesso va letteralmente a nozze, onorando il suo nome.
Non è un granché dal punto di vista tecnico, ma il suo avversario, con le buone o con le cattive riesce spesso a fermarlo. Quando nasce la Roma, ne diventa una vera colonna, proprio perché incarna al meglio lo spirito testaccino e gioca con un attaccamento ai colori sociali che non può non essere apprezzato dalla sanguigna e popolare tifoseria romanista.
Nel corso di una stracittadina del 1930-31, con la Roma in svantaggio per 2-1 a pochi minuti dal termine, si accapiglia con il Console della Milizia e Presidente della Federazione Vaccaro, avendo questi avuto l'ardire di allontanare il pallone per perdere qualche secondo e far rifiatare la Lazio, di cui è socio.
Neanche gli viene in mente che quello è un pezzo grosso del Regime, per lui la Roma viene prima di ogni altra cosa e gli molla uno schiaffone da tregenda.
Ne scaturiscono incidenti tra le due tifoserie che diventano di minuto in minuto sempre più drammatici e vengono sedati solo con l'intervento dei carabinieri a cavallo!