logosito
JOSÈ RICARDO DA SILVA
logosito



Josè Ricardo da Silva 1965/1966 Fortaleza (Brasile), 11 - 09 - 1939 / Rapallo (GE), ?
Esordio in serie A: 16 Settembre 1962, Atalanta-Sampdoria 1-1

Campione Carioca 1961 - 1962

STAGIONE
SQUADRA
SERIE
PRESENZE
GOL
1960
BOTAFOGO (BRA)
A
?
?
1961
BOTAFOGO (BRA)
A
?
?
1962
BOTAFOGO (BRA)
A
?
?
1962-1963
SAMPDORIA
A
28
13
1963-1964
SAMPDORIA
A
25
9
1964-1965
SAMPDORIA
A
24
7
1965-1966
ROMA
A
12
3
1966-1967
LANEROSSI VICENZA
A
12
4
1967-1968
Gennaio 1968
ROMA
MANTOVA
A
-
-
A
2
-



STAGIONE
DATA
COMPETIZIONE
PARTITA
GOL
1965-1966
12 Agosto 1965
Amichevole
Campobasso - Roma 2-5
2-1
2-5
05 Settembre 1965
Campionato
1 Giornata
Lanerossi Vicenza - Roma 1-1
0-1
23 Gennaio 1966
Campionato
18 Giornata
Roma - Lanerossi Vicenza 1-0
1-0
30 Gennaio 1966
Campionato
19 Giornata
Spal - Roma 2-1
0-1
05 Giugno 1966
Amichevole
New South Wales - Roma 1-2
1-2
11 Giugno 1966
Amichevole
Queensland - Roma 0-6
0-2
0-6
25 Giugno 1966
Amichevole
Selezione South Australia - Roma 0-3
0-2
03 Luglio 1966
Amichevole
Selezione West Australia - Roma 2-4
0-1
2-2



BIOGRAFIA

Attaccante brasiliano che in patria ha conquistato due titoli Carioca con il Botafogo.
Viene ingaggiato dalla Sampdoria in cui mette in mostra le sue notevoli qualità di goleador seppur in una formazione che non milita strettamente nelle zone alte della classifica del campionato italiano.
Nella stagione 1965-1966 passa alla Roma, che dopo la partenza di pezzi pregiati cerca di sopperire alla crisi economica cercando giocatori validi a buon mercato.
Non è, purtroppo, il caso di Da Silva, che non solo non riesce a ripetere nella Capitale le prestazioni disputate sotto la Lanterna, ma si perde pian piano e alla fine dell'anno conterà appena 12 presenze e 3 reti, prima di essere spedito a Vicenza dalla dirigenza giallorossa.
Rientra a Roma perché non rientra più nei piani del Lanerossi, ma anche a Roma non può giocare, perché chiuso da giocatori più affermati e soprattutto perché tra le fila dei giallorossi sono presenti già 2 stranieri e lui, come terzo, non può scendere in campo.
A stagione ormai inoltrata, riesce a trovare un accordo con il Mantova scendendo in campo solo in due occasioni, prima di rientrare a fine stagione a Roma giusto il tempo di disputare l'ultima amichevole in giallorosso contro la Massese e prendere definitivamente altre vie.