logosito
FRANCO CORDOVA
logosito



Franco Cordova 1975/1976

67/68
68/69
69/70
70/71
Franco Cordova 1967/1968 Franco Cordova 1968/1969 Franco Cordova 1969/1970 Franco Cordova 1970/1971
71/72
72/73
73/74
74/75
Franco Cordova 1971/1972 Franco Cordova 1972/1973 Franco Cordova 1973/1974 Franco Cordova 1974/1975
Forlì, 21 - 06 - 1944
Esordio in serie A: 22 Settembre 1963, Genoa-Catania 0-2
Nazionale Italiana: 2 presenze

Campione d'Italia 1966
Vincitore della Coppa Italia 1969

Vincitore della Coppa Anglo-Italiana 1972

STAGIONE
SQUADRA
SERIE
PRESENZE
GOL
1962-1963
SALERNITANA
C
6
1
1963-1964
CATANIA
A
4
-
1964-1965
CATANIA
A
4
1
1965-1966
INTER
A
1
-
1966-1967
BRESCIA
A
25
-
1967-1968
ROMA
A
16
1
1968-1969
ROMA
A
19
3
1969-1970
ROMA
A
23
-
1970-1971
ROMA
A
29
2
1971-1972
ROMA
A
25
-
1972-1973
ROMA
A
24
1
1973-1974
ROMA
A
21
-
1974-1975
ROMA
A
27
-
1975-1976
ROMA
A
28
2



STAGIONE
DATA
COMPETIZIONE
PARTITA
GOL
1967-1968
25 Febbraio 1968
Campionato
21 Giornata
Atalanta - Roma 2-1
2-1
1968-1969
22 Settembre 1968
Coppa Italia
Ottavi di Finale
Bologna - Roma 0-3
0-3
08 Dicembre 1968
Campionato
10 Giornata
Lanerossi Vicenza - Roma 1-2
0-1
03 Aprile 1969
Coppa Italia
Quarti di Finale - Ritorno
Roma - Brescia 3-0
2-0
13 Aprile 1969
Campionato
25 Giornata
Roma - Lanerossi Vicenza 5-2
2-0
04 Maggio 1969
Campionato
28 Giornata
Palermo - Roma 0-3
0-1
1969-1970
03 Settembre 1969
Coppa Italia
Girone 8 - 2 Giornata
Roma - Perugia 2-1
2-0
1970-1971
30 Agosto 1970
Coppa Italia
Girone 8 - 1 Giornata
Catanzaro - Roma 1-2
0-1
11 Ottobre 1970
Campionato
3 Giornata
Roma - Lanerossi Vicenza 4-1
4-1
22 Novembre 1970
Campionato
7 Giornata
Roma - Foggia 3-1
3-1
1972-1973
03 Dicembre 1972
Campionato
9 Giornata
Ternana - Roma 1-4
1-1
1974-1975
28 Agosto 1974
Coppa Italia
Girone 5 - 1 Giornata
Roma - Pescara 4-3
1-0
4-3
15 Settembre 1974
Coppa Italia
Girone 5 - 4 Giornata
Roma - Atalanta 3-0
1-0
1975-1976
27 Agosto 1975
Coppa Italia
Girone 6 - 1 Giornata
Roma - Pescara 5-1
1-0
31 Agosto 1975
Coppa Italia
Girone 6 - 2 Giornata
Sampdoria - Roma 5-3
5-2
5-3
21 Dicembre 1975
Campionato
10 Giornata
Perugia - Roma 0-1
0-1
11 Aprile 1976
Campionato
25 Giornata
Roma - Perugia 1-2 1-1



BIOGRAFIA

Inizia a giocare con la Flegrea Napoli, una squadretta della periferia napoletana, nonostante l'opposizione del padre. Proprio nel corso di una partita con la Flegrea, è la Salernitana ad accorgersi di lui e ad assicurarselo.
A soli 18 anni fa il suo esordio con i campani in terza serie e l'anno successivo spicca il volo verso Catania, il cui allenatore Di Bella si è invaghito di lui.
In Sicilia fa il suo esordio in serie A e convince l'Inter a puntare su di lui.
La nebbia e il freddo di Milano, provocano però una prima frenata nella sua carriera e l'Inter decide di darlo al Brescia, sempre in serie A, ove disputa una buonissima stagione.
A questo punto arriva la Roma, che propone lo scambio con Schutz e Cordova inizia la sua avventura romana. Che nei primi tempi è funestata da quell'Helenio Herrera che già lo ha avversato a Milano. Il Mago proprio non lo vede, nonostante il fatto che Cordova giochi sempre su ottimi livelli di rendimento e abbia cominciato a collezionare chiamate in Nazionale.
Il periodo migliore, per lui, comincia con l'avvento di Liedholm, al quale sono sempre piaciuti i cosiddetti piedi buoni. E Cordova, ha veramente i piedi buoni, tanto che quando parte in dribbling, non lo ferma proprio nessuno. Diventa inamovibile nel progetto di gioco che diventa noto come "melone", una melina prolungata che ha il compito di limitare al massimo i rischi per la propria difesa.
Fa anche l'esordio con la Nazionale, naturalmente quella dei piedi buoni di Bernardini, ma poi, il dissidio rimasto sempre latente con Anzalone, esplode in tutta la sua crudezza. Il presidente, appena i risultati cominciano a scarseggiare, decide di regolare i conti con il regista e lo sbologna al Verona. La risposta di Cordova è clamorosa: rifiuta di lasciare Roma e passa infatti alla Lazio, dando la stura a clamorose polemiche e recriminazioni da parte della tifoseria.
Ma il dado, ormai, è tratto.