logosito
BRUNO CONTI
logosito



Bruno Conti 1990/1991

73/74
74/75
76/77
77/78
Bruno Conti 1973/1974 Bruno Conti 1974/1975 Bruno Conti 1976/1977 Bruno Conti 1977/1978
79/80
80/81
81/82
82/83
Bruno Conti 1979/1980 Bruno Conti 1980/1981 Bruno Conti 1981/1982 Bruno Conti 1982/1983
83/84
84/85
86/87
87/88
Bruno Conti 1983/1984 Bruno Conti 1984/1985 Bruno Conti 1986/1987 Bruno Conti 1987/1988
88/89
89/90
Bruno Conti 1988/1989 Bruno Conti 1989/1990
Nettuno (Roma), 13 - 03 - 1955
Esordio in serie A: 10 Febbraio 1974, Roma-Torino 0-0
Nazionale Italiana: 47 presenze e 5 reti

Campione d'Italia 1983
Vincitore della Coppa Italia 1980 - 1981 - 1984 - 1986 - 1991

Campione del mondo 1982

STAGIONE
SQUADRA
SERIE
PRESENZE
GOL
1973-1974
ROMA
A
1
-
1974-1975
ROMA
A
3
-
1975-1976
GENOA
B
36
3
1976-1977
ROMA
A
29
2
1977-1978
ROMA
A
17
2
1978-1979
GENOA
B
32
1
1979-1980
ROMA
A
28
3
1980-1981
ROMA
A
27
5
1981-1982
ROMA
A
26
8
1982-1983
ROMA
A
26
3
1983-1984
ROMA
A
27
7
1984-1985
ROMA
A
22
1
1985-1986
ROMA
A
24
2
1986-1987
ROMA
A
23
1
1987-1988
ROMA
A
16
-
1988-1989
ROMA
A
14
1
1989-1990
ROMA
A
21
2
1990-1991
ROMA
A
-
-



STAGIONE
DATA
COMPETIZIONE
PARTITA
GOL
1976-1977
30 Gennaio 1977
Campionato
14 Giornata
Roma - Juventus 3-1 2-0
27 Marzo 1977
Campionato
22 Giornata
Roma - Lazio 1-0 1-0
1977-1978
06 Novembre 1977
Campionato
7 Giornata
Roma - Fiorentina 2-2 1-0
2-2
1979-1980
14 Ottobre 1979
Campionato
5 Giornata
Roma - Torino 1-1
1-0
11 Novembre 1979
Campionato
9 Giornata
Perugia - Roma 3-1
0-1
31 Novembre 1979
Coppa Italia
Quarti di Finale - Andata
Milan - Roma 0-4
0-3
30 Dicembre 1979
Campionato
14 Giornata
Cagliari - Roma 1-3 1-2
1980-1981
14 Dicembre 1980
Campionato
10 Giornata
Fiorentina - Roma 1-1 0-1
25 Gennaio 1981
Campionato
14 Giornata
Pistoiese - Roma 0-4
0-3
22 Marzo 1981
Campionato
22 Giornata
Catanzaro - Roma 1-1 1-1
29 Marzo 1981
Campionato
23 Giornata
Roma - Cagliari 1-0 1-0
03 Maggio 1981
Campionato
27 Giornata
Roma - Perugia 5-0 3-0
1981-1982
08 Novembre 1981
Campionato
8 Giornata
Roma-Bologna 3-1 2-1
22 Novembre 1981
Campionato
9 Giornata
Inter - Roma 3-2 1-2
10 Gennaio 1982
Campionato
14 Giornata
Ascoli - Roma 0-1 0-1
14 Febbraio 1982
Campionato
19 Giornata
Roma - Torino 3-0 1-0
28 Febbraio 1982
Campionato
20 Giornata
Roma - Genoa 1-0 1-0
28 Marzo 1982
Campionato
24 Giornata
Roma - Inter 3-2 1-0
18 Aprile 1982
Campionato
26 Giornata
Roma - Catanzaro 2-2 2-2
09 Maggio 1982
Campionato
29 Giornata
Roma - Ascoli 2-1 2-1
1982-1983
21 Novembre 1982
Campionato
10 Giornata
Roma - Fiorentina 3-1 2-1
3-1
15 Maggio 1983
Campionato
30 Giornata
Roma - Torino 3-1 3-1
1983-1984
11 Settembre 1983
Campionato
1 Giornata
Roma - Pisa 2-0 2-0
14 Settembre 1983
Coppa dei Campioni
Sedicesimi di Finale - Andata
Roma - IFK Goteborg 3-0 2-0
09 Ottobre 1983
Campionato
5 Giornata
Roma - Genoa 1-0 1-0
30 Ottobre 1983
Campionato
7 Giornata
Roma - Napoli 5-1 4-0
5-1
04 Dicembre 1983
Campionato
11 Giornata
Juventus - Roma 2-2 0-1
18 Marzo 1984
Campionato
23 Giornata
Roma - Udinese 4-1 1-1
29 Aprile 1984
Campionato
28 Giornata
Roma - Fiorentina 2-1 2-0
13 Giugno 1984
Coppa Italia
Semifinale - Andata
Torino - Roma 1-3
0-1
16 Giugno 1984
Coppa Italia
Semifinale - Ritorno
Roma - Torino 1-0
1-0
1984-1985
12 Maggio 1985
Campionato
29 Giornata
Roma - Inter 4-3 2-1
1985-1986
06 Ottobre 1985
Campionato
5 Giornata
Roma - Torino 2-0 1-0
24 Novembre 1985
Campionato
11 Giornata
Roma - Milan 2-1 1-0
1986-1987
24 Agosto 1986
Coppa Italia
Girone 8 - 1 Giornata
Roma - Campobasso 3-0
1-0
17 Maggio 1987
Campionato
30 Giornata
Avellino - Roma 2-1 0-1
1988-1989
21 Agosto 1988
Coppa Italia
Primo Turno Girone 5 - 1 Giornata
Prato - Roma 1-3 1-3
24 Agosto 1988
Coppa Italia
Primo Turno Girone 5 - 2 Giornata
Empoli - Roma 2-3 1-2
03 Settembre 1988
Coppa Italia
Primo Turno Girone 5 - 5 Giornata
Roma - Piacenza 5-2 1-1
26 Ottobre 1988
Coppa Uefa
Sedicesimi di Finale - Andata
FK Partizan - Roma 4-2 0-1
3-2
29 Gennaio 1989
Campionato
15 Giornata
Fiorentina - Roma 2-2 0-2
1989-1990
11 Marzo 1990
Campionato
28 Giornata
Roma - Sampdoria 1-1 1-0
25 Marzo 1990
Campionato
30 Giornata
Roma - Hellas Verona 5-2 1-0



BIOGRAFIA

Il Marazico di Nettuno, uno dei più straordinari fuoriclasse che abbiano vestito la maglia della Roma.
Fa il suo esordio in una Rometta perennemente in difficoltà, ma fa vedere subito numeri di alta scuola.
Nel 1975, viene mandato a farsi le ossa a Genova, ove disputa un ottimo torneo di serie B, durante il quale funge da rampa di lancio per O' Rey di Crocefieschi, al secolo Roberto Pruzzo.
Liedholm decide di riportarlo a casa, e lui ripaga la fiducia nella Roma dei giovani, ove si sta segnalando anche Di Bartolomei. Poi, però, il Genoa lo richiede nell'ambito dell'operazione che porta Pruzzo nella capitale. Un nuovo campionato di serie B, nel quale però non brilla particolarmente e poi il ritorno alla Roma.
Che sta diventando uno squadrone sotto l'accorta guida del Barone e nella quale diventa elemento insostituibile.
Tecnica brasiliana, ma anche tanta corsa, che ne fanno un tornante inimitabile, capace di giostrare lungo tutta la fascia. Le sue serpentine, le finte con cui si libera dell'avversario e la capacità di sacrificarsi a beneficio della squadra colpiscono enormemente l'immaginario dei tifosi.
Anche Bearzot si accorge di lui, tanto da farne un punto fermo della squadra azzurra. E ai mondiali di Spagna, stupisce il mondo intero, tanto che Pelè lo indica come il miglior giocatore della kermesse mondiale.
E nell'anno successivo al Mondiale, arriva anche lo scudetto con la Roma, anche se per lui, a livello di rendimento, è una annata in tono minore, nella quale risente più di altri delle fatiche del Mondiale. Poi la grande delusione della finale di Coppa dei Campioni persa all'Olimpico contro il Liverpool. Quella maledetta sera sbaglia un rigore decisivo, ma nessuno glielo fa pesare.
In giallorosso, dopo la partenza di Liedholm, ha qualche difficoltà con Eriksson, ma accetta ogni decisione del tecnico svedese senza mai polemizzare.
Compreso il ritiro della fascia di capitano, dopo la maxi squalifica presa a Milano per aver letteralmente camminato sopra un avversario.
Gioca sino al 1990, per poi entrare a far parte dello staff tecnico della società, del quale fa tuttora parte.

Nel 2012 è stato inserito negli undici giocatori che hanno composto la HALL OF FAME della Roma.
Qui il video a lui dedicato