logosito
JOHN ALIEU CAREW
logosito



John Carew 2003/2004 Lorenskog (Norvegia), 05 - 09 - 1979
Esordio in serie A: 14 Settembre 2003, Roma-Brescia 5-0
Nazionale Norvegese: 38 presenze e 11 reti

Campione di Norvegia 1999
Vincitore della Coppa di Norvegia 1997 - 1999
Campione di Spagna 2002

STAGIONE
SQUADRA
SERIE
PRESENZE
GOL
1998
VALERENGA (NOR)
A
18
7
1999
VALERENGA (NOR)
A
15
7
2000
ROSENBORG (NOR)
A
22
17
2000-2001
VALENCIA (SPA)
A
37
11
2001-2002
VALENCIA (SPA)
A
14
1
2002-2003
VALENCIA (SPA)
A
33
8
2003-2004
ROMA
A
20
6



STAGIONE
DATA
COMPETIZIONE
PARTITA
GOL
2003-2004
14 Settembre 2003
Campionato
2 Giornata
Roma - Brescia 5-0 5-0
24 Settembre 2003
Coppa Uefa
Primo Turno - Andata
Roma - Vardar Skopje 4-0 3-0
02 Novembre 2003
Campionato
8 Giornata
Roma - Reggina 2-0 2-0
30 Novembre 2003
Campionato
11 Giornata
Roma - Lecce 3-1 2-0
14 Gennaio 2004
Coppa Italia
Quarti di Finale - Andata
Milan - Roma 2-1 1-1
18 Gennaio 2004
Campionato
17 Giornata
Roma - Sampdoria 3-1 1-1
11 Aprile 2004
Campionato
29 Giornata
Roma - Chievo 3-1 1-0
25 Aprile 2004
Campionato
31 Giornata
Roma - Empoli 3-0 2-0



BIOGRAFIA

Atatccante norvegese dalla notevole stazza e presenza fisica, inizia in patria la sua carriera da calciatore.
Conquista due coppe di Norvegia e un campionato norvegese prima di andare in Spagna a confrontarsi con un camponato pių competitivo.
Al Valencia non perde il vizio del gol e nel 2002, nonostante una serie di infortuni che non gli permettono di passare al Fulham nella sessione invernale del calciomercato, fa comunque parte della squadra che sorprendendentemente vince il titolo spagnolo.
Č anche, suo malgrado, protagonista della gaffe del suo tecnico Rafael Benitez che in Coppa del Re lo schiera in campo insieme ad altri 3 extracomunitari (all'epoca vigeva il vincolo di 3 extracomunitari schierabili contemporaneamente) e la squadra, nonostante la vittoria per 1-0 sul terreno di gioco, perde a tavolino.
Negli ultimi giorni di mercato dell'estate 2003, Carew viene acquistato dalla Roma.
Al suo esordio in serie A segna subito ed entra dritto dritto nel cuore dei tifosi giallorossi: la sua allegria, la sua abnegazione e il suo andamento dinoccolato lo rendono ben visto agli occhi dei compagni di squadra e di tutta la tifoseria.
Memorabile la sua esultanza dopo il gol realizzato all'Olimpico contro la Reggina: andando verso la curva, colpė con un calcio un bidone pieno d'acqua posto sulla pista d'atletica rovesciandolo. O anche dopo il gol contro il Lecce, quando prese in braccio un raccattapalle della Roma.