logosito
VINCENT CANDELA
logosito



Vincet Candela 2004/2005

96/97
97/98
98/99
99/00
Vincent Candela 1996/1997 Vincent Candela 1997/1998 Vincent Candela 1998/1999 Vincent Candela 1999/2000
00/01
01/02
02/03
03/04
Vincent Candela 2000/2001 Vincent Candela 2001/2002 Vincent Candela 2002/2003 Vincent Candela 2003/2004
Bédarieux (Francia), 24 - 10 - 1973
Esordio in serie A: 02 Febbraio 1997, Roma-Vicenza 2-0
Nazionale Francese: 40 presenze e 2 reti

Campione d'Italia 2001
Vincitore della Supercoppa Italiana 2001

Campione del Mondo 1998
Campione d'Europa 2000

STAGIONE
SQUADRA
SERIE
PRESENZE
GOL
1992-1993
TOULOUSE (FRA)
A
3
-
1993-1994
TOULOUSE (FRA)
A
26
1
1994-1995
TOULOUSE (FRA)
B
27
2
1995-1996
EN AVANT DE GUINGAMP (FRA)
A
27
1
1996-1997
Gennaio 1997
EN AVANT DE GUINGAMP (FRA)
ROMA
A
21
1
A
15
2
1997-1998
ROMA
A
32
2
1998-1999
ROMA
A
30
1
1999-2000
ROMA
A
26
3
2000-2001
ROMA
A
33
3
2001-2002
ROMA
A
31
2
2002-2003
ROMA
A
23
1
2003-2004
ROMA
A
12
-
2004-2005
Gennaio 2005
ROMA
BOLTON WANDERERS (ING)
A
8
-
A
10
-



STAGIONE
DATA
COMPETIZIONE
PARTITA
GOL
1996-1997
09 Marzo 1997
Campionato
23 Giornata
Roma - Hellas Verona 4-3 2-2
4-3
1997-1998
05 Ottobre 1997
Campionato
5 Giornata
Roma - Napoli 6-2 1-0
03 Maggio 1998
Campionato
32 Giornata
Roma - Milan 5-0 1-0
1998-1999
15 Novembre 1998
Campionato
9 Giornata
Roma - Juventus 2-0 2-0
1999-2000
05 Dicembre 1999
Campionato
12 Giornata
Roma - Lecce 3-2 2-1
3-2
15 Dicembre 1999
Coppa Italia
Ottavi di Finale - Ritorno
Piacenza - Roma 0-3 0-3
06 Febbraio 2000
Campionato
20 Giornata
Roma - Venezia 5-0 1-0
2000-2001
05 Novembre 2000
Campionato
5 Giornata
Brescia - Roma 2-4 0-1
19 Novembre 2000
Campionato
7 Giornata
Verona - Roma 1-4 1-1
20 Maggio 2001
Campionato
31 Giornata
Bari - Roma 1-4 0-1
2001-2002
19 Agosto 2001
Supercoppa Italiana
Finale
Roma - Fiorentina 3-0 1-0
21 Ottobre 2001
Campionato
8 Giornata
Roma - Lecce 5-1 3-1
03 Marzo 2002
Campionato
25 Giornata
Lecce - Roma 1-1 0-1
2002-2003
19 Ottobre 2002
Campionato
6 Giornata
Empoli - Roma 1-3 0-2



BIOGRAFIA

La Roma lo scova al Guingamp e lui non si fa pregare per accettare le offerte di Sensi, anzi. Quando il presidente della squadra francese la tira troppo per le lunghe, minaccia di tirargli la scrivania in testa e viene accontentato.
Sin dal suo esordio, si capisce che la società giallorossa ha fatto il colpaccio: terzino dotatissimo dal punto di vista tecnico, quando parte in fase di attacco è un vero spettacolo e anche in fase difensiva è tutt'altro che scarso.
La sua particolarità sta nel giocare a sinistra, pur essendo destro e questo fatto disorienta il suo diretto avversario.
Nel modulo di Zeman, si trova a meraviglia e i suoi duetti sulla fascia con Totti, valgono da soli il prezzo del biglietto. La sua spinta sulle fasce, unita a quella assicurata da Cafu, diventano il marchio di fabbrica della Roma e anche quando arriva Capello, il suo gioco non varia, anzi, viene addirittura esaltato dal fatto che in attacco c'è un certo Batistuta a sfruttare i suoi cross pennellati.
Anche per lui, come per le coppie di innamorati, la crisi arriva al settimo anno, quando dà luogo ad una certa involuzione tecnica facilitata anche da una forma fisica non proprio perfetta.
Quando la sua crisi è ormai diventata evidente, la società decide di lasciarlo partire per l'Inghilterra, ove giocherà col Bolton.

Nel 2014 entra a far parte della HALL OF FAME della Roma.