logosito
GABRIEL OMAR BATISTUTA
logosito



Gabriel Batistuta 2002/2003

00/01
01/02
Gabriel Batistuta 2000/2001 Gabriel Batistuta 2001/2002
Reconquista (Argentina), 01 - 02 - 1969
Esordio in serie A: 01 Settembre 1991, Juventus-Fiorentina 1-0
Nazionale Argentina: 78 presenze e 56 reti

Campione d'Argentina 1991
Campione d'Italia 2001
Vincitore della Coppa Italia 1996
Vincitore della Supercoppa Italiana 1996 - 2001

Campione d'America 1991 - 1993

STAGIONE
SQUADRA
SERIE
PRESENZE
GOL
1988-1989
NEWELL'S OLD BOYS (ARG)
A
23
5
1989-1990
RIVER PLATE (ARG)
A
22
4
Gennaio 1990
BOCA JUNIORS (ARG)
A
11
2
1990-1991
BOCA JUNIORS (ARG)
A
19
11
1991-1992
FIORENTINA
A
27
13
1992-1993
FIORENTINA
A
32
16
1993-1994
FIORENTINA
B
26
16
1994-1995
FIORENTINA
A
32
26
1995-1996
FIORENTINA
A
31
19
1996-1997
FIORENTINA
A
32
13
1997-1998
FIORENTINA
A
31
21
1998-1999
FIORENTINA
A
28
21
1999-2000
FIORENTINA
A
30
23
2000-2001
ROMA
A
28
20
2001-2002
ROMA
A
23
6
2002-2003
Gennaio 2003
ROMA
INTER
A
12
4
A
12
2



STAGIONE
DATA
COMPETIZIONE
PARTITA
GOL
2000-2001
28 Settembre 2000
Coppa Uefa
Primo Turno - Ritorno
Roma - ND Gorica 7-0 7-0
15 Ottobre 2000
Campionato
2 Giornata
Lecce - Roma 0-4 0-1
0-3
22 Ottobre 2000
Campionato
3 Giornata
Roma - Vicenza 3-1 3-1
05 Novembre 2000
Campionato
5 Giornata
Brescia - Roma 2-4 2-2
2-3
2-4
19 Novembre 2000
Campionato
7 Giornata
Verona - Roma 1-4 1-3
1-4
26 Novembre 2000
Campionato
8 Giornata
Roma - Fiorentina 1-0 1-0
10 Dicembre 2000
Campionato
10 Giornata
Roma - Udinese 2-1 1-0
29 Gennaio 2001
Campionato
16 Giornata
Roma - Napoli 3-0 3-0
04 Febbraio 2001
Campionato
17 Giornata
Parma - Roma 1-2 1-1
1-2
11 Febbraio 2001
Campionato
18 Giornata
Bologna - Roma 1-2 0-1
01 Aprile 2001
Campionato
24 Giornata
Roma - Verona 3-1 2-1
29 Aprile 2001
Campionato
28 Giornata
Roma - Lazio 2-2 1-0
20 Maggio 2001
Campionato
31 Giornata
Bari - Roma 1-4 0-2
0-4
10 Giugno 2001
Campionato
33 Giornata
Napoli - Roma 2-2 1-1
17 Giugno 2001
Campionato
34 Giornata
Roma - Parma 3-1 3-0
2001-2002
29 Settembre 2001
Campionato
5 Giornata
Juventus - Roma 0-2 0-1
21 Ottobre 2001
Campionato
8 Giornata
Roma - Lecce 5-1 5-1
25 Novembre 2001
Campionato
12 Giornata
Bologna - Roma 1-3 0-2
13 Gennaio 2002
Campionato
18 Giornata
Roma - Verona 3-2 3-2
20 Gennaio 2002
Campionato
19 Giornata
Udinese - Roma 1-1 1-1
27 Gennaio 2002
Campionato
20 Giornata
Roma - Piacenza 2-0 2-0
2002-2003
14 Settembre 2002
Campionato
2 Giornata
Bologna - Roma 2-1 0-1
05 Ottobre 2002
Campionato
5 Giornata
Roma - Udinese 4-1 2-1
27 Ottobre 2002
Campionato
7 Giornata
Lazio - Roma 2-2 1-2
16 Novembre 2002
Campionato
10 Giornata
Roma - Inter 2-2 2-1
04 Dicembre 2002
Coppa Italia
Ottavi di Finale - Andata
Triestina - Roma 1-1 1-1
11 Dicembre 2002
Champions League
Girone B - 2 Giornata
Ajax - Roma 2-1 2-1



BIOGRAFIA

Un uomo chiamato mitraglia. Il tipico gesto fatto dopo ogni goal già quando era alla Fiorentina, accompagna la sua avventura romana e ispira un noto motivo della tifoseria giallorossa, sino a farne uno degli uomini simbolo del terzo scudetto romanista.
Cresciuto nel Newell's Old Boyd, fallisce clamorosamente al River Plate, tanto da essere etichettato come un bidone. Si trasferisce ai rivali storici del River, il Boca Juniors e smentisce clamorosamente il giudizio di un anno prima, arrivando anche in nazionale.
Lo acquista la Fiorentina e, in riva all'Arno, costruisce una carriera strepitosa a furia di reti, diventando Batigoal. Forte di testa, dotato di grande forza fisica, forse non troppo rifinito dal punto di vista tecnico, dispone di un tiro portentoso, da far paura e, quando riesce ad inquadrare la porta, è molto difficile che la palla non termini in fondo al sacco.
Nell'estate del 2000, dopo che la Roma ha perso l'olandese Van Nistelrooy, rottosi ai legamenti dopo che la società ne aveva perfezionato l'acquisto, Sensi decide di prendere il "Re Leone" a tutti i costi e sborsa decine di milioni di euro. Sembra un investimento azzardato, ma Batistuta lo ripaga con un campionato straordinario, vincendo praticamente da solo partite su partite. Come a Parma, quando nei minuti finali, segna una straordinaria doppietta in acrobazia, solo per fare un esempio.
E' però il suo canto del cigno. Nelle due stagioni successive, l'argentino smarrisce la strada della rete, anche a causa dei guai fisici e, a gennaio del 2003 Sensi lo cede all'Inter per scaricare un ingaggio ormai troppo oneroso in rapporto alla resa.

Nel 2015 è entrato a far parte della HALL OF FAME della Roma.