logosito STAGIONE 2006 - 2007



CAMPIONATO
logosito



LIVORNO - ROMA

XX GIORNATA
21 Gennaio 2007 ORE 15.00



livornocalcio
LIVORNO
1 - 1

romacalcio
ROMA



Manitta 6,5, Grandoni5,5, Kuffour 6, Galante 4, Pasquale 5,5, Pfertzel 6, Morrone 6,5, Passoni 6, Filippini A. 6,5, Paulinho 5 (58' Bakayoko 5, 87' Rezaei Sv), Lucarelli 6,5

All.: Arrigoni
22' Lucarelli (rig.)
74' Totti

Arbitro: Ayroldi
Espulso: 90' Totti per fallo di reazione
Doni 6, Panucci 6, Ferrari 5,5 (58' Tavano 5,5), Mexes 6, Tonetto 6, Perrotta 5,5, Chivu 6,5, Wilhelomsson 6, Taddei 5 (85' Vucinic Sv), Mancini 5 (89' Cassetti Sv), Totti 6,5

All.: Spalletti
A disposizione:
Casini, Pavan, Balleri, Bergvold, Vidigal

A disposizione:
Curci, Rosi, Okaka, Virga



I RISULTATI DI GIORNATA

CLASSIFICA

CLASSIFICA MARCATORI
Ascoli 1 - 3 Atalanta
Inter 54
Totti (Roma) 13 (3 rig.)
Catania 0 - 1 Cagliari
Roma 43
Spinesi (Catania) 11 (3 rig.)
Empoli 2 - 0 Sampdoria
Palermo 39
Mutu (Fiorentina) 10 (1 rig.)
Inter 3 - 1 Fiorentina
Empoli* 28
Bianchi (Reggina) 10 (2 rig.)
Lazio 0 - 0 Milan
Atalanta 27
Doni (Atalanta) 10 (2 rig.)
Livorno 1 - 1 Roma
Lazio* 27
Toni (Fiorentina) 10
Parma 1 - 0 Torino
Catania* 26


Reggina 0 - 0 Palermo
Udinese 26


Siena 2 - 1 Chievo
Milan* 24


Udinese 1 - 0 Messina
Sampdoria 24






Siena* 24


L'Inter fa 13 ma con un gol fantasma. Lazio e Milan danno all'Empoli il quarto posto
Livorno 23



Cagliari 22



Torino 22



Fiorentina* 19






Chievo 17






Messina 16






Parma 15






Reggina* 13






Ascoli 9






*Penalizzazioni: Milan -8, Lazio -11, Reggina -15, Fiorentina -19 per illecito sportivo nella stagione 2005/2006.
Siena -1 per ritardo pagamento IRPEF.

Successivo sconto: Lazio -3, Milan -8, Reggina -11, Fiorentina -15.

Catania ed Empoli una partita in meno.























































"Il Romanista"

In prima pagina:
A Livorno solo un pari: salutiamo lo scudetto nel modo peggiore.
VOLEVA SPACCARGLI LA FACCIA. Ma quale reazione violenta di Totti? Ecco le immagini tv che lo scagionano. Galante ha preso la mira per dargli una gomitata assassina ma l'arbitro Ayroldi, che prima aveva inventato un rigore e compromesso la gara, lo ha solo ammonito e ha cacciato il capitano per un fallo in risposta che non esiste. Allora Francesco ha perso le staffe, ha strattonato l'amico Vito Scala e tutta Italia ha ripreso a suonare la fanfara del romanista che non sa controllare i nervi. Rischia 2 giornate. Pessima cronaca di Sky.

II-III pagina:
Al Picchi finisce 1-1: al vantaggio di Lucarelli risponde il capitano che in pieno recupero riceve una gomitata da Galante.
SCIPPO A LIVORNO, L'INTER SE NE VA. Ayroldi regala un rigore ai toscani, pari di Totti espulso ingiustamente nel finale.
Quasi 2000 romanisti, prima bandiera per Wil. Gli animi si surriscaldano e Collina se ne va.
Perrotta-Chivu coppia inedita a centrocampo. Entra Tavano ed è 4-1-4-1. Finale col 4-1-2-3.
Mexes ha la palla giusta, ma spara alle stelle. Miracolo di Manitta su un destro di Mancini.
Il penalty inventato condiziona tutto il match. Ora attenzione a non perdere le motivazioni.

IV-V pagina:
GLI VOLEVA SPACCARE LA FACCIA. I moralisti che si indignarono per la gomitata di De Rossi, tacciono su quella di Galante. In più Totti non ha fatto niente.

VII pagina:
L'amico, consigliere e preparatore atletico smonta il caso: "Sono scivolato sull'erba sintetica".
VITO SCALA: È TUTTO A POSTO. "Dopo io e Francesco ci siamo abbracciati. Lui vive un dramma familiare".

VIII pagina:
Doni non può fare niente, Taddei e Mancini insufficienti, Perrotta spaesato, Ferrari impreciso.
CHIVU RISCATTO A TUTTO CAMPO. Panucci e Tonetto a specchio, Wil assist, Totti-go per un altro record.

IX pagina:
Il tecnico romanista resta ottimista, glissa sull'espulsione di Totti e non fa polemiche.
"HO VISTO UNA BELLA ROMA". Spalletti: "Abbiamo giocato bene e raccolto poco, non commento gli episodi".
Totti e Galante
Galante contrasta Totti. Praticamente il livornese non ha mia giocato, ha solo pensato a picchiare il capitano giallorosso

Totti festeggiato
Totti festeggiato da Perrotta e Wilhelmsson