logosito STAGIONE 2005 - 2006



CAMPIONATO
logosito



ROMA - MESSINA
XXX GIORNATA
19 Marzo 2006 ORE 20.30



romacalcio
ROMA
2 - 1

messinacalcio
MESSINA



Curci 7, Panucci 6,5, Bovo 6, Kuffour 5, Rosi 6,5, De Rossi 10 (84’ Kharja Sv), Aquilani 7, Alvarez 6,5 (86’ Tommasi Sv), Perrotta 6,5, Mancini 5,5, Taddei 5,5 (80’ Okaka Sv)

All.: Spalletti
7' Perrotta
56' Aquilani
68' Di Napoli

Arbitro: Bergonzi
Storari 6, Zoro 6, Innocenti 5,5, Rezaei 5, Parisi 5 (73’ Antonelli Sv), Sullo 5,5 (67’ Noverino Sv), Aronica 5,5, Sculli 5,5, D’Agostino 5,5, Floccari 6,5, Muslimovic 5 (63’ Di Napoli 6,5)

All.: Mutti
A disposizione:
Eleftheropoulos, Cerci, Freddi, Seppani

A disposizione:
Caglioni, Nanni, Bondi, Gosheh



I RISULTATI DI GIORNATA

CLASSIFICA

CLASSIFICA MARCATORI
Chievo 4 - 1 Siena
Juventus 77
Toni (Fiorentina) 24 (2 rig.)
Fiorentina 3 - 1 Ascoli
Milan 67
Trezeguet (Juventus) 20
Inter 3 - 1 Lazio
Inter 65
Shevchenko (Milan) 18 (5 rig.)
Lecce 1 - 2 Parma
Fiorentina* 59
Gilardino (Milan) 16 (1 rig.)
Livorno 1 - 3 Juventus
Roma 58
Totti (Roma) 15 (6 rig.)
Reggina 0 - 2 Empoli
Chievo 44
Suazo (Cagliari) 15 (3 rig.)
Roma 2 - 1 Messina
Livorno 44


Sampdoria 0 - 2 Palermo
Lazio 42


Treviso 1 - 2 Cagliari
Palermo 40


Udinese 0 - 4 Milan
Sampdoria 37






Ascoli 36


Nulla di nuovo in vetta, mentre dietro l'Udinese rischia sempre di più.
Parma 35



Siena 35



Reggina 31



Cagliari* 30






Messina 30






Empoli 29






Udinese 28






Lecce 18






Treviso 15















*Cagliari e Fiorentina una partita in meno





















"Il Romanista"

In prima pagina:
All’Olimpico vittoria arrembante (2-1) e un campione di sportività.
LO STILE ROMA. I gol di Perrotta e Aquilani (da applausi) piegano il Messina e ci tengono incollati alla Fiorentina. Ma celebriamo il gesto di De Rossi che sull’1-0 segna sfiorando la palla con la mano, l’arbitro convalida ma lui se lo fa annullare. Rosella Sensi: “Noi siamo così”. Veltroni: “Sei l’onore della città”.

II-III pagina:
Battuto 2-1 il Messina. Grande sportività di De Rossi che segna di mano e poi confessa all’arbitro la sua infrazione.
LA ROMA RICOMINCIA DA SÈ. Subito Perrotta, una perla di Aquilani dà il 2-0. Di Napoli accorcia e nel finale si soffre.
Solo 7.576 paganti, ma il tifo è incessante. Striscioni per Tommaso e “papà” Zappavigna.
Parisi in continua sofferenza su Alvarez. Dietro il Messina non ha punti di riferimento.
Mancini a botta sicura mette fuori di testa. Nel finale Curci salva più volte il risultato.
Il gesto di De Rossi cambia la storia del calcio. Bravo Bergonzi a risparmiargli l’ammonizione.

IV pagina:
Prima un gesto da campione del mondo, poi una brutta distorsione alla caviglia.
APPLAUSI A DE ROSSI: "L'ONORE DI ROMA". Segna di mano, poi confessa tutto all’arbitro: “Sì, ma nun m’ammonì”. Poi si fa male: 2-3 settimane di stop. Veltroni lo chiama: “Orgoglio della città”.

V pagina:
I complimenti dell’amministratore delegato.
ROSELLA: "UNA VERA MERAVIGLIA". “È stato un gesto da vero romano. Noi siamo così, per il bel calcio”.

VI pagina:
Dietro il 10 a Danielino, una grande squadra. Tranne Kuffour, in bambola e macchinoso.
CURCI TORNA IL NUMERO UNO. Aquilani non sbaglia mai, a Rosi non tremano le gambe, Alvarez micidiale.

VII pagina:
L’allenatore elogia anche i giovanissimi e parla di vittoria ampiamente meritata.
"VOGLIAMO ANCORA SBALORDIRE". Spalletti: “Nel finale siamo stati sfortunati. Daniele? Un esempio”.

VIII pagina:
Il centrocampista: “Spalletti mi dice di provarci sempre”. Bovo: “A Firenze faremo risultato ad ogni costo”.
AQUILANI: "IL MIO GOL PIÙ BELLO".
Perrotta
Grande gol per Simone Perrotta

De Rossi mano
De Rossi segna di mano, subito dopo confesserà il gesto all'arbitro