logosito STAGIONE 2005 - 2006



CAMPIONATO
logosito



LAZIO - ROMA
XxVII GIORNATA
26 Febbraio 2006 ORE 20.30



biglietto



laziocalcio
LAZIO
0 - 2

romacalcio
ROMA



Peruzzi 6, Oddo 7, Siviglia 6, Cribri 6, Zauri 6, Behrami 6,5, Dabo 5,5, Liverani 6, Manfredini 6 (30’ Bonanni 5, 83’ Tare Sv), Rocchi 6,5, Di Canio 6 (68’ Pandev 5)

All.: Rossi
31' Taddei
63' Aquilani

Arbitro: Trefoloni
Doni 6,5, Ranucci 7, Chivu 7,5, Mexes 8, Cufrè 6,5, De Rossi 8, Aquilani 8 (80’ Dacourt 6), Taddei 7,5 (88’ Kharja 6,5), Perrotta 7,5, Mancini 7,5, Montella 6,5 (68’ Tommasi 6,5)

All.: Spalletti
A disposizione:
Ballotta, Stendardo, Belleri, Mudingayi

A disposizione:
Curci, Bovo, Kuffour, Alvarez



I RISULTATI DI GIORNATA

CLASSIFICA

CLASSIFICA MARCATORI
Ascoli 1 - 0 Messina
Juventus 70
Toni (Fiorentina) 22 (2 rig.)
Cagliari 1 - 1 Chievo
Milan 60
Trezeguet (Juventus) 18
Empoli 1 - 1 Treviso
Inter 58
Totti (Roma) 15 (6 rig.)
Inter 3 - 1 Udinese
Roma 54
Gilardino (Milan) 15 (1 rig.)
Juventus 3 - 1 Lecce
Fiorentina 53
Shevchenko (Milan) 15 (5 rig.)
Lazio 0 - 2 Roma
Livorno 44
Lucarelli (Livorno) 14 (2 rig.)
Palermo 0 - 2 Milan
Chievo 40


Parma 2 - 4 Fiorentina
Lazio 38


Reggina 1 - 1 Livorno
Sampdoria 37


Siena 1 - 0 Sampdoria
Palermo 34






Ascoli 32


L'Inter batte l'Udinese tra le polemiche, la Fiorentina da 2-0 a 2-4. La Roma entra nella storia del campionato di serie A
Siena 32



Reggina 28



Messina 27



Udinese 27






Parma 26






Cagliari 24






Empoli 23






Lecce 15






Treviso 15





"Il Romanista"

In prima pagina:
Adesso la storia siamo solo noi.
L'IMPERO ROMANO. Gol di Taddei e Aquilani, poi una festa incredibile. Tutti con la maglia di Totti, il capitano con Conti sotto la Sud, il presidente in lacrime baciato dai giocatori, i tifosi impazziti a cantare e ballare per tutta la notte per le vie di Roma.

II-III pagina:
Con Totti a tifare con le stampelle a bordo campo arriva contro la Lazio l’undicesima vittoria: siamo nella leggenda.
ROMA BALLA COI SUOI LUPI. Fantastica serata con le reti di Taddei e Aquilani e lacrime finali di Sensi.
Totti come Rocca nell’odio della Nord. La tregua sotto la Tevere dura fino al gol.
De Rossi di supporto alla linea difensiva. Si soffre sulle fasce, immensi i centrali.
Pieno equilibrio fino al gol di Taddei. Nel finale la Roma potrebbe dilagare.
Taddei ha cambiato l’inerzia della partita. Dopo un weekend di paura è gioia infinita.

IV-V pagina:
La gioia irrefrenabile del capitano: “È stata dura stare fuori, ma non è stato un derby sofferto. E non ci fermeremo ad undici”.
"LA ROMA È LA STORIA, IL RESTO È NIENTE". Totti fa festa insieme ai compagni: “Sono stati immensi, undici capitani in campo”.

VI pagina:
La storia diamo noi, siamo questa squadra magica, il capitano ed il suo allenaore.
10 A SPALLETTI. COME A FALCAO. Tutti ar mare con De Rossi che zittisce Di Canio. Mexes è Napoleone.

VII pagina:
Il tecnico giallorosso si esalta:”Nella storia mi ci hanno portato questi ragazzi”.
SPALLETTI: "MERITO DI SENSI". “È lui il primo artefice del record”. Poi zittisce Di Canio: “Visto che arbitro?”.

VIII pagina:
Una grandissima rete, la storia, il ringraziamento a Dio: la serata magica di Rodrigo.
"UN GOL SCRITTO NEL DESTINO". Taddei: “Dacourt l’aveva predetto. E poi, ho la maglia numero 11…”.

IX pagina:
La gioia di Alberto: non aveva mai segnato alla Lazio, neanche nel settore giovanile.
"È L'EMOZIONE PIÙ GRANDE". Aquilani da impazzire: “Dopo il gol il cuore mi ha portato sotto la Sud”.

X pagina:
A fine gara esplode la gioia del tecnico e della squadra.
ULTRÀ SPALLETTI, SENSI IN LACRIME. CONTI: "MAGICI". I giocatori vanno in tribuna ad abbracciarsi il presidente. In campo resta Totti: la bandiera.

XI pagina:
Il centrocampista euforico: “Totti sembrava aver fatto 3 gol, solo lui può fare cose del genere”.
DE ROSSI: "UNA GIOIA UNICA". “Vincere un derby così è incredibile. Ora non ci fermiamo, sarebbe stupido”.
Totti in curva
Totti non può giocare, ma è presente in curva tra i tifosi...

De Rossi - Di Canio
...comunque in campo c'è De Rossi che ne fa le veci

Esultanza
Che inizino i festeggiamenti

Spalletti
Anche Spalletti non si tira indietro, senza dimenticare il capitano