logosito STAGIONE 1998 - 1999



CAMPIONATO
logosito



VICENZA - ROMA

XXXIV GIORNATA
23 Maggio 1999



vicenzacalcio
VICENZA
1 - 4

Il servizio
Roma
ROMA



Brivio 5,5, Conte M. 5,5, Marco Aurelio 6, Di Cara 5,5, Morabito 5 (46' Tisci 6), Schenardi 6,5 (67' Mazzocco Sv), Dabo 6, Viviani 6, Ambrosetti 6, Scarlato Sv (24' Di Carlo 6), Zauli 6

All.: Reja
62' Delvecchio
72' Paulo Sergio
78' Gautieri
79' Ambrosetti
81' Fabio Junior

Arbitro: Trentalange
Espulso: Dabo per doppia ammonizione
Konsel 6,5, Cafu 6, Aldair 6, Candela 6,5, Quadrini 5,5, Tommasi 6,5, Conti D. 6, Di Francesco 6,5, Paulo Sergio 6,5 (46' Gautieri 6, 84' De Vezze Sv), Delvecchio 6 (76' Fabio Junior 6,5), Totti 7

All.: Zeman
A disposizione:
Bettoni, Gegic, Cegalin, Salzillo

A disposizione:
Chimenti, Frau, Ferri



I RISULTATI DI GIORNATA

CLASSIFICA

CLASSIFICA MARCATORI
Cagliari 1 - 1 Fiorentina
Milan 70
Amoroso (Udinese) 22
Empli 1 - 3 Udinese
Lazio 69
Batistuta (Fiorentina) 21
Inter 3 - 1 Bologna
Fiorentina 56
Bierhoff (Milan) 20
Juventus 3 - 2 Venezia
Parma 55
Delvecchio (Roma) 18
Lazio 2 - 1 Parma
Roma 54
Crespo (Parma) 16
Perugia 1 - 2 Milan
Udinese 54
Muzzi (Cagliari) 16
Piacenza 1 - 1 Salernitana
Juventus 54


Sampdoria 1 - 0 Bari
Inter 46


Vicenza 1 - 4 Roma
Bologna 44






Bari 42


Milan campione d'Italia.
La Salernitana torna in B

Venezia 42



Cagliari 41



Piacenza 41



Perugia 39






Salernitana 38






Sampdoria 37






Vicenza 33






Empoli* 20















* Empoli due punti di penalizzazione





























scudetto
Milan campione d'Italia 1998/1999

Roma quinta per classifica avulsa

Udinese sesta dopo lo spareggio con la Juventus:

A Udine: UDINESE - JUVENTUS 0-0
A Torino: JUVENTUS - UDINESE 1-1

Salernitana, Sampdoria, Vicenza ed Empoli retrocesse in serie B

































































































"Corriere dello Sport"

Raccontami la tua partita - Mandami una mail mail con il tuo contributo.

In prima pagina:
La Roma si qualifica per l'Uefa, ma scoppia un caso clamoroso.
ZEMAN SE NE VA? "Se dipendesse da me non depositerei il contratto per il prossimo anno". Gelida risposta di Sensi: "Non tratteniamo chi vuole andarsene".
Alla base del caso il mercato: Zeman si sente tagliato fuori. Dietro a tutto però una grande idea: Capello, poi Guidolin. E Candela annuncia: "Roma, addio".

XVIII pagina:
all'ultima giornata una vittoria in trasferta: gol di Paulo Sergio, Delvecchio Gautieri e Fabio Junior.
ROMA, CENTRATO L'OBIETTIVO UEFA. Un'ora di difficoltà, poi, in vantaggio numerico e ispirata da totti, dilaga.

Poca voglia di far festa e molti buoni propositi: "In futuro dovremo cambiare mentalità".
TOMMASI, QUANTI RIMPIANTI. "Un quinto posto amaro, potevamo e dovevamo fare di più".

XIX pagina:
Conquistata la qualificazione, si apre nella Roma una delicatissima crisi al vertice.
ZEMAN E SENSI AI FERRI CORTI. Possibile il divorzio. Dietro l'angolo Capello (favorito), Guidolin e Ventura.
Le parole del boemo: "Fosse in me, ora non depositerei il contratto in Lega".
"Devo parlare con Sensi, verificare se i nostri progetti andranno nella stessa direzione".
La risposta del presidente: "Zeman vuole andarsene? Non ci sono problemi".
"Non resterò certo con le mani in mano. Pronto ad allestire una Roma da scudetto".

XX pagina:
L'Inter gli avrebbe offerto un miliardo in più, lui esclude che sia per questo motivo.
CANDELA: ROMA, ME NE VADO. "Sono state tre stagioni bellissime, l'unico rimpianto è che non si è vinto nulla. Ci sono diversi club che mi vogliono, probabile che resti in Italia. Il contratto fino al 2003? Se la Roma vuole può tenermi, ma chi può costringere a restare un giocatore che non vuole?"