logosito STAGIONE 1996 - 1997



COPPA UEFA
logosito



KARLSRUHER - ROMA

SEDICESIMI DI FINALE
-ANDATA-
15 Ottobre 1996 ORE 19.00



Karlsruher SC
KARLSRUHER
3 - 0

romacalcio
ROMA



Reitmaier 6, Metz 6, Reich 6,5, Schuster 7, Fink 8, Haessler 7, Tarnat 7, Hengen 6, Dundee 7, Keller 6, Kiriakov 6,5 (76' Schmitt Sv)

All.: Schaefer
44' Fink
58' Dundee
75' Fink

Arbitro: Monteiro (POR)
Sterchele 6, Annoni 4,5, Trotta 4,5, Aldair 6, Lanna 5, Tommasi 5,5, Di Biagio 6, Berretta 5 (77' Balbo 6), Cappioli 6, Fonseca 5, Delvecchio 5 (67' Totti 6)

All.: Bianchi
A disposizione:
-
Note:
Ammoniti: Hengen, Fink, Trotta, Lanna, Balbo
A disposizione:
-



IL TABELLONE















SEDICESIMI DI FINALE OTTAVI DI FINALE QUARTI DI FINALE SEMIFINALE FINALE
















A.
R.












Dinamo Tbilisi
1













Boavista
0


A.
R.
























Ferencvarosi
3

 










Newcastle United
2





A.
R.





















Club Brugge
2




 







Narional Bucarest
0




























Vitoria Setubal
1

 










RSC Anderlecht
1








A.
R.


















Metz
2













Sporting Clube de Portugal
0




























Espanyol
0

 










Feyenoord
3




























Aberdeen
0




 







Broendby
2




























Slavia Praha
0

 










Valencia CF
1


























A.
R.
Lazio
1













Tenerife
0




























Inter
1

 










Grazer AK
0




























Helsinborgs
2




 







Neuchatel Xamax
0




























Legia Warszawa
1

 










Besiktas
1




























Schalke 04
1













Trabzonspor
0




























Borussia Monchengladbach
2

 










AS Monaco FC
4




























Karlsruher
3




 







Roma
0




























Hamburger SV
3

 










Spartak Moskva
0
















"Corriere dello Sport"

In prima pagina:
INCREDIBILE ROMA. Dov'era la squadra che ha travolto il Milan? Ora serve un miracolo.

V pagina:
Tre giorni dopo il trionfo col Milan, pesantissimo ko dei giallorossi.
BIANCHI, DOV'ERA LA ROMA? Squadra irriconoscibile. Totti e Balbo (palo) in campo troppo tardi.

VI pagina:
Tommasi e Annoni credono ancora nella rimonta, il presidente è amaro.
SENSI: ROMA SENZ'ANIMA. "Ha giocato male ed è stata incapace di reagire. Decisivo il primo gol".




La Partita

Siamo alle solite.
La Roma vince in campionato contro una grande squadra con uno scarto di 3 gol, si sente fortissima e alla partita immediatamente dopo prende una di quelle batoste che non ti puoi scordare. Ma evidentemente i giocatori della Roma sono proprio testoni e queste pesantissime sconfitte contro "squadrette" (perché di squadretta di tratta questa dell'ex Haessler), se le dimenticano subito, visto che sono ormai troppi anni che la storia si ripete con frequenza clamorosa.
Certo, ora è facile dire che il sorteggio Uefa ci poteva andare meglio, poteva anche capitarci una squadra più debole (anche se poi come ho già detto questa squadra è debole), ma di chi è la colpa se la Roma sono svariati anni che non arriva alle semifinali di coppa Uefa e quindi non è testa di serie? Di certo non la mia.
Il fatto è che contro questi tedeschi, Bianchi ha sbagliato totalmente la tattica di gioco, rinunciando troppo alla costruzione del gioco e chiudendosi troppo in difesa (ma era davvero questo ciò che l'allenatore avrà chiesto ai suoi giocatori?) e ha mandato in campo una squadra molto diversa rispetto a quella che ha battuto il Milan due giorni prima. Devo dire, però, che il cambio delle punte lo avrei fatto anche io, ma avrei inserito Balbo e Totti un pò prima rispetto al tecnico argentino.
E ringraziamo Sterchele se il passivo non ha raggiunto dimensioni addirittura maggiori, perché più volte ha dovuto salvare in extremis la porta giallorossa. Ma prima Fink, poi Dundee e di nuovo fink sono riusciti a passare; di contro la Roma è riuscita a creare una sola azione da gol, colpendo il palo con Balbo, prima del terzo gol avversario.
Mi chiedo perché Bianchi continui a far giocare il suo pupillo Trotta dopo certe prestazioni e perché ancora non si è trovato un sostituto adeguato per Annoni, che ci metterà pure tutto il cuore che volete, ma i tedeschi sulla sua fascia di competenza hanno fatto il bello e il cattivo tempo, senza che Bianchi facesse nulla per evitarlo.