logosito STAGIONE 1995 - 1996



COPPA UEFA
logosito



ROMA - BROENDBY

OTTAVI DI FINALE
-RITORNO-
05 Dicembre 1995 ORE 20.45



biglietto



romacalcio
ROMA
3 - 1

Broendby
BROENDBY



Cervone 6,5, Annoni 6, Lanna 6, Statuto 6, Aldair 6, Carboni 7, Moriero 6 (89' Di Biagio Sv), Cappioli 6, Balbo 6,5, Thern 7, Totti 6,5

All.: Mazzone
23' Totti
71' Balbo
84' Moeller
88' Carboni

Arbitro: Heynemann (GER)
Krough 6,5, Bjur 5,5, Colding 5,5, Nielsen P. 5, Risager 6, Daugaard 5,5 (79' Bagger Sv), Thegersen 6, Raun Jensen 5,5, Moeller 6, Sand 5, Vilfort 5,5

All.: Skovdahl
A disposizione:
Sterchele, Cherubini, Scarchilli, Florio
Note:
Ammoniti: Nielsen P., Vilfort, Carboni
Angoli: 5-3 per il Broendby
A disposizione:
Andersen, Rasmussen, Bjerregaard, Puggaard



IL TABELLONE















SEDICESIMI DI FINALE OTTAVI DI FINALE QUARTI DI FINALE SEMIFINALE FINALE
















A.
R.












1. FC Kaiserslautern
1
0












Real Betis
3
1

A.
R.












Milan
2
0









FC Lugano
1
0
Sparta Praha
0
0









Slavia Praha
2
1




A.
R.












Milan








Sparta Praha
4
2



Girondins de Bordeaux








Zimbru Chisinau
3
0















Bayern Munchen
4
3









AJ Auxerre
0
0
Sport Lisboa e Benfica
1
1









Nottingham Forest
1
0







A.
R.


















Roma
4
0












Eendracht Aalst
0
0















Broendby
2
1









Broendby
0
1
Roma
1
3









Liverpool
0
0


















Bayern Munchen








Barcelona
3
4



Nottingham Forest








Vitoria
0
0















Girondins de Bordeaux
2
1









Chornomorets Odessa
0
0
Real Betis
0
2









Racing Club de Lens
0
4










A.
R.















Girondins de Bordeaux
2
1












Rotor Volgograd
1
0















Nottingham Forest
1
0









Leeds United
3
0
Olympique Lyonnays
0
0









PSV Eindhoven
5
3


















Barcelona








Olympique de Lyonnays
2
2



PSV Eindhoven








Lazio
1
0















PSV Eindhoven
2
0









Raith Rovers
0
1
Werder Bremen
1
0









Bayern Munchen
2
2



























Strasbourg
1
1












Milan
3
2















Sevilla
1
1









Sevilla
1
0
(1 dts)
Barcelona
1
3









Olympiacos
0
1
(2 dts)


















Slavia Praha








Sport Lisboa e Benfica
1
2



Roma








Roda
0
2















Slavia Praha
0
0
(1 dts)









Werder Bremen
5
1
Racing Club de Lens
0
0
(0 dts)









Dinamo Minsk
0
2















"Corriere dello Sport"

In prima pagina:
Uefa: piega i danesi del Broendby all'ultimo minuto (3-1) e vola ai quarti.
ROMA, CUORE DI COPPA. Segna totti, raddoppia Balbo, poi nel finale succede di tutto. Ospiti in gol all'85', risolve Carboni dopo una magia di Totti.

III pagina:
Una distrazione difensiva costringe la Roma a soffrire fino al 90'.
TOTTI, DUE MAGIE EUROPEE. Segna il primo gol e regala, di tavvo, a Carboni la palla dei "quarti".

IV pagina:
L'allenatore loda la squadra e in particolare Balbo, Totti e Thern.
MAZZONE: GRAZIE ROMA. "Splendidi tifosi e giocatori. Adesso vorrei soltanto evitare il Milan".

V pagina:
Il capitano, come Voeller quattro anni fa, decisivo negli ultimi minuti.
CARBONI, UN TUFFO AL CUORE. "Dopo la mazzata il mio gol: che gioia. E, finalmente, che Roma".
Carboni in azione
Amedeo Carboni, autore del gol che regala la qualificazione alla Roma



La Partita

Grandissima! Non ci sono altre parole, grandissima!
I quasi cinquantamila che hanno assistito alla partita non potranno mai dire di aver visto una partita scialba con poche emozioni, ma saranno fieri quando ricorderanno questo giorno, per l'intensità di gioco che la Roma ha messo in campo e per la continua ricerca del gol da parte dei giallorossi.
Già al 5' Cappioli riscalda le mani a Krough con un tiro da fuori e due minuti più tardi anche Totti, quest'oggi schierato al posto dell'infortunato Fonseca e autore di una magnifica partita, tenta di colpire dalla lunga distanza impegnando molto severamente il portiere danese.
La Roma è la squadra che detta legge e al 16' Moriero fa quel che vuole sulla fascia destra, crossa al centro dove Cappioli fa il velo per l'accorrente Balbo, ma il tiro dell'italoargentino viene intercettato dalla difesa del Broendby.
Il gol però è nell'aria e puntualmente arriva: Cappioli conquista il pallone a centrocampo e apre a destra per Balbo, lo stesso giocatore di Ostia va a ricevere il cross, ma Krough compie un vero e proprio miracolo togliendo letteralmente il pallone dalla porta, ma non potendo far nulla sul tiro ravvicinato del giovane Totti che solo davanti alla linea di porta non ha difficoltà a mettere la sua firma su questa partita che più tardi lo vedrà nuovamente protagonista.
Poco dopo ancora Balbo serve Totti ma questa volta il portiere danese interviene tempestivamente.
Reagisce faticosamente il Broendby, ma Cervone e Company sventano le occasioni dei danesi per tre volte consecutive in calcio d'angolo. La Roma si riprende subito con Carboni che vola sulla fascia e serve Balbo al centro, buona l'idea dell'attaccante di cercare il palo più lontano ma chiude troppo il piatto mandando il pallone sul fondo.
Allo scadere del primo tempo Cervone viene impegnato veramente da un tiro di Bjur che il portiere della Roma riesce a neutralizzare in due tempi.
La ripresa si riapre con la Roma ancora padrona del campo e con Totti che reclama un rigore per fallo su di lui in area, ma l'arbitro lascia correre. A questo punto la Roma schiaccia la difesa gialloblu nella propria area cercando il secondo gol sospitna dai tifosi entusiasti prima con Balbo, poi con Totti e successivamente con Moriero. Nel frattempo Cervone si improvvisa libero uscendo di testa su Thegersen.
Al 71' la Roma raddoppia: Thern, ottima la sua partita, forse la migliore da quando è alla Roma, pesca il corridoio giusto per Balbo, il quale entra in area e beffa il portiere gialloblu in uscita.
Lo stadio diventa una bolgia di tifosi impazziti e i giocatori lo percepiscono: a dieci minuti dal termine stessa azione del secondo gol, con Moriero al posto di Thern, ma questa volta Krough intuisce le intenzioni di Balbo.
Quando ormai tutti si aspettavano solo il termine della partita per l'esultanza finale, il Broendby gela l'Olimpico: Carboni viene portato fuori dal campo per una contusione al piede, il Broendby si avvale di una punizione abbastanza pericolosa, il capitano giallorosso vorrebbe rientrare ma l'arbitro non lo vede, intnato i danesi battono la punizione, interviene male Thern mettendo fuori causa tutta la difesa giallorossa e liberando Moeller solo davanti a Cervone.
Strano il destino di questa Roma, con Thern che cade nello stesso identico errore che aveva commesso Cappioli all'andata regalando il pallone a Bjur per il 2-1.
Ormai i supplementari erano in vista, quando allo scadere Statuto serve Totti in area, il baby giallorosso vede l'accorrente capitano dietro di lui e lo serve con uno stupendo colpo di tacco: Carboni entra in area a spron battuto e di destro trova l'angolino giusto per il gol e dare la qualificazione alla squadra giallorossa.
Una partita difficile da dimenticare, che ricorda per certi versi la semifinale di qualche tempo fa con la Roma che vinceva contro lo stesso Broendby sempre allo scadere con un gol di Voeller che regalava ai tifosi giallorossi la finale poi persa con l'Inter.