logosito STAGIONE 1995 - 1996



CAMPIONATO
logosito



SAMPDORIA - ROMA

I GIORNATA
27 Agosto 1995 ORE 20.30



sampdoriacalcio
SAMPDORIA
1 - 1

romacalcio
ROMA



Pagotto 6,5, Balleri 4,5, Franceschetti 5,5, Mannini 6, Sacchetti 6, Mancini 6, Invernizzi 6, Karembeu 7,5, Seedorf 6,5 (63' Salsano Sv), Bellucci 6, Maniero 6 (72' Evani Sv)

All.: Eriksson
22' Karembeu
24' Branca

Arbitro: Pairetto
Cervone 6,5, Aldair 6,5, Lanna 6, Di Biagio 6 (78' Cappioli Sv), Petruzzi 6,5, Carboni 7, Statuto 6, Thern 6, Balbo 6,5, Totti 6,5 (46' Berretta 6), Branca 6

All.: Mazzone
A disposizione:
Sereni, Ferri, Pesaresi

A disposizione:
Sterchele, Annoni, Cherubini



I RISULTATI DI GIORNATA

CLASSIFICA
Atalanta 1 - 1 Parma
Fiorentina 3
Bari 1 - 1 Napoli
Inter 3
Fiorentina 2 - 0 Torino
Juventus 3
Inter 1 - 0 Vicenza
Lazio 3
Juventus 4 - 1 Cremonese
Milan 3
Lazio 4 - 1 Piacenza
Udinese 3
Padova 1 - 2 Milan
Atalanta 1
Sampdoria 1 - 1 Roma
Bari 1
Udinese 1 - 0 Cagliari
Napoli 1




Parma 1




Roma 1




Sampdoria 1




Cagliari 0




Cremonese 0




Padova 0




Piacenza 0




Torino 0




Vicenza 0



"Corriere dello Sport"

In prima pagina:
DOLCE BRANCA, LA ROMA CI STA. 

VIII pagina:
Mazzone a sorpresa col tridente, ma nella ripresa ci ripensa.
ROMA, POTEVI RISCHIARE FINO IN FONDO. Doriani fragili in difesa, se fosse rimasta quella punta in pił (Totti)...
Apre Karembeu, pari di Branca.

IX pagina:
L'allenatore spiega le sue mosse tattiche e dą un giudizio positivo su una partita che riteneva ostica.
MAZZONE: MI STA BENE COSĢ. "Ho provato a vincere, ma non č facile rimontare sul campo della Samp".
"Ad un certo punto ho rinunciato alla tre punte perchč a centrocampo soffrivamo. Balbo? Da lui mi aspettavo di meno".
Marco Branca
Marco Branca, autore del gol giallorosso



La Partita

Prima giornata di campionato subito in notturna trasmessa su Tele+.
Ed č stato anche giusto visto l'impegno immediato contro una out-sider quale la Sampdoria.
La nuova Roma (nuovo anche lo sponsor sulla maglia) guadagna un punto, o sarebbe meglio dire ne perde due visto l'andamento della gara, esibendo un ptimo tempo gagliardo con Mazzone che schiera a sorpresa Balbo e Aldair che hanno da poco smaltito le fatiche della Coppa America, ma ancora pił a sorpresa schiera il tridente in attacco con Totti dietro Balbo e Branca, e un secondo tempo molto pił prudente inserendo Berretta al posto di Totti che cominciava a soffrire la presenza di Karembeu (impressionante la sua prestazione).
Questo nuovo modulo della Roma mette subito in risalto le qualitą offensive dei giallorossi con Thern che dopo 9 minuti da dentro l'area di rigore tira di poco alto sulla traversa; subito dopo anche Mancini ha l'opportunitą di portare la sua squadra in vantaggio, ma il suo colpo di testa va di poco a lato.
Dieci minuti dopo la prima azione giallorossa, Carboni, che con le sue folate sulla sinistra ha irriso Balleri, mette Balbo in condizione di segnare, ma Mannini devia in angolo.
Quando meno te lo aspetti la Samp passa in vantaggio: corner di Mancini, colpo di testa perfetto da parte di Karembeu che sorprende Statuto appostato sul palo.
La Roma reagisce subito con Di Biagio che con due tiri da fuori impegna prima Pagotto, e poi manda a lato. Ma le fatiche dei giallorossi si concretizzano ugualmente subito: Statuto se ne va sulla destra, crossa per Balbo che di testa colpisce Mannini che lascia Branca con la porta spalancata.
Ancora la Roma cerca di sfruttare questo momento favorevole con Carboni che ruba palla sulla tre quarti, scambia con balbo e si trova solo davanti a Pagotto: incredibilmente tira fuori.
Nel secondo tempo come gią detto la Roma arretra il suo baricentro rischiando qualcosina di meno, ma costruendo ancora azioni pericolose: Carboni, ispiratissimo, serve Balbo che con un gran destro manca di poco la porta; pił tardi una'altra grande occasioneper Branca che con un gran diagonale impegna Pagotto e Balbo sulla respinta del portiere inciampa e perde l'attimo per tirare in porta.
Allo scadere Cervone salva la porta giallorossa evitando la beffa perchč Salsano, l'ex, subentrato a Seedorf, dopo aver vinto un rimpallo si trova a tu per tu con il portierone della Roma nell'area piccola, tira a botta sicura e Cervone compie il miracolo.

Il Protagonista

Da "LA ROMA" mensile di attualitą sportiva.

Non poteva che essere lui, Marco Branca, fresco capocannoniere dell'efficace precampionato della Roma.
L'ex doriano, che a Marassi ha vinto uno scudetto con la maglia blucerchiata, non ha fatto mistero della sua forma e della sua perfetta forza realizzativa. Ha duettato con Totti, ha dialogato con Balbo, anche se il feeling tecnico non č ancora perfetto come quello di Udine, ha "rapinato" un pallone con una zampata vecchio stile.
Partito come bomber di scorta, pur non sentendosi adatto per questo ruolo, Branca ha immediatamente fatto sapere come la pensa e ribadito, se ce ne fosse bisogno, che ha recitare il ruolo del comprimario non ci tiene proprio.
Chissą che cosa ne penserą Mazzone che aspetta con ansia e giustamente Fonseca, chissą che cosa starą passando per la testa dell'uruguaiano. Sono entrambi avvertiti, anche se il "tridente" dovrebbe lasciare pił spazio a tutti.