logosito STAGIONE 1994 - 1995



CAMPIONATO
logosito



REGGIANA - ROMA

IV GIORNATA
25 Settembre 1994



Reggiana calcio
REGGIANA
1 - 4

romacalcio
ROMA



Antonioli 6, Gregucci 5,5, Zanutta 5, Cherubini 5, Sgarbossa 4,5 (34' Cozza 6), De Agostini 6, Esposito 6, Oliseh 6, Dionigi 5, Futre 6 (71' Mateut Sv), De Napoli 5

All.: Marchioro
17' Balbo (rig.)
22' Balbo
53' De Agostini
64' Fonseca
75' Moriero

Arbitro: Cesari
Cervone 6, Annoni 6,5 (86' Benedetti Sv), Lanna 6, Statuto 7 (61' Maini 6), Aldair 6,5, Carboni 6,5, Moriero 6,5, Piacentini 6, Balbo 7, Cappioli 6, Fonseca 6,5

All.: Mazzone
A disposizione:
Sardini, Parlato, Accardi

A disposizione:
Lorieri, Colonnese, Totti



I RISULTATI DI GIORNATA

CLASSIFICA
Cagliari 2 - 0 Brescia
Juventus 10
Cremonese 1 - 0 Milan
Parma 10
Foggia 0 - 2 Torino
Roma 10
Genoa 3 - 3 Napoli
Fiorentina 7
Inter 3 - 1 Fiorentina
Inter 7
Juventus 1 - 0 Sampdoria
Lazio 7
Lazio 2 - 2 Parma
Milan 7
Padova 0 - 2 Bari
Sampdoria 7
Reggiana 1 - 4 Roma
Bari 6




Cremonese 6




Torino 6




Foggia 5




Cagliari 4




Napoli 4




Brescia 2




Genoa 2




Padova 0




Reggiana 0



"Corriere dello Sport"

In prima pagina:
TREMATE, ROMA & JUVE SON TORNATE. Milan ko, riecco in vetta le regine degli anni 80.
Ancora Balbo e Fonseca nel trionfo di Reggio, ma Mazzone perde Statuto (frattura del perone).

II pagina:
BALBO E FONSECA SHOW. Il duo sudamericano trascina la Roma: doppietta dell'argentino, gol dell'uruguaiano. I giallorossi hanno dominato.
Statuto, grave incidente: frattura del Perone della gamba destra (stop di due mesi).

Inserto Roma&Lazio:
BALBO: ROMA, FAI GIRARE LA TESTA. "Belle giocate e tante possibilità di andare in gol: ci prenderemo molte soddisfazioni. Se Daniel e io continueremo così raggiungeremo troppo presto l'obiettivo delle trenta reti...".
"Ho tirato il rigore perchè sono più vecchio di Fonseca: tra di noi c'è l'intesa di alternarsi dal discehtto. La punizione l'abbiamo provata a Trigoria solo che lì non segnavamo mai..."

SENSI: ORA IL MEGASTADIO. Il rpesidente scatenato: "I tempi sono maturi. L'intenzione è quella di costruire un consorzio con Lazio, Coni, Sipra. Ma si può andeare avanti da soli. Già fatto il preventivo". Sarà costruito alla Magliana. Costo: 60 miliardi. 90 mila posti a sedere.
Fonseca
Fonseca in acrobazia



La Partita

Primi!
Sì, i vecchi tempi son tornati. La Roma è in testa alla classifica dopo tanto, troppo tempo essere rimasta nell'anonimato. E anche il risultato dimostra che le cose sono cambiate: il 4-1 è il risultato più netto della giornata e sta ad indicare la coppia gol più prolifica del campionato, Balbo-Fonseca.
Già, forse ci volevano proprio due grossi campioni per portare la Roma al primato e segnare 4 gol, risultato che mancava anch'esso da troppo tempo.
L'unica nota poco lieta della partita è il serio infortunio di Statuto che dovrà purtroppo stare fermo due mesi.
La partita è subito all'insegna giallorossa che al 17 del primo tempo trova il gol su rigore trasformato alla grande da Balbo per fallo di Antonioli su Fonseca.
E subito dopo ancora Balbo realizza la sua doppietta con un gol su punizione da 30 metri.
La Roma domina in lungo e in largo, continua a creare azioni da gol, ma all'inizio della ripresa viene "castagata" da De Agostini su punizione dal limite dell'area con la complicità di Cervone (mezza papera).
Ma le distanze vengono subito ristabilizzate da Fonseca dieci minuti più tardi che conclude una bella azione alzando il pallone sopra la testa di Antonioli in uscita.
È finita? No, perchè dopo il fallo da dietro di Gregucci ai danni di Statuto che dovrà abbandonare il campo, Moriero segna la quarta rete a porta vuota su assist di Balbo intervenuto a sua volta in velocità su un'altro traversone.
Se l'arbitro non avesse annullato altri due gol (uno di Fonseca, l'altro di Balbo) per sospetto fuorigioco degli stessi, ci sarebbero altre grandi giocate da raccontare.
L'imbattibilità di Cervone si è fermata a 255 minuti.

Il Protagonista

Da "LA ROMA" mensile di attualità sportiva.

Fino a che è rimasto in campo prima che l'entrata assassina di Gregucci lo mettesse ko, Francesco Statuto era stato l'efficace propellente della manovra giallorossa. Corse, proposte di assist e persino uno scambio corto a propiziare il secondo gol di Balbo alla Reggiana.
Insomma, il ragazzo fortemente voluto da Mazzone aveva dato l'anima per il prezioso successo della sua squadra. Poi il fallaccio dell'ex laziale, la caduta a terra, l'immediata assistenza datagli dal dottor Alicicco e da Giorgio Rossi, il massaggiatore e il ricorso agli esami radiografici che hanno evidenziato la frattura del perone destro.
Statuto dovrà stare fuori per più di due mesi. La Roma perde un suo protagonista.