logosito STAGIONE 1994 - 1995



CAMPIONATO
logosito



BARI - ROMA

XXXII GIORNATA
21 Maggio 1995



baricalcio
BARI
2 - 2

romacalcio
ROMA



Fontana 6, Montanari 6,5, Annoni P. 6,5, Bigica 6, Mangone 5,5, Ricci 6, Gautieri 5,5, Pedone 6,5, Tovalieri 6 (32' Barone 5,5), Gerson 6,5, Protti 6,5 (83' Guerrero Sv)

All.: Materazzi
6' Fonseca
54' Tovalieri
70' Fonseca
75' Protti

Arbitro: Collina
Cervone 7, Aldair 6 (73' Annoni E. Sv), Lanna 6, Statuto 6,5, Petruzzi 6, Carboni 6, Cappioli 5,5, Piacentini 6, Balbo 5,5 (53' Totti Sv), Giannini 6, Fonseca 6,5

All.: Mazzone
A disposizione:
Alberga, Brioschi, Alessio

A disposizione:
Lorieri, Benedetti, Maini



I RISULTATI DI GIORNATA

CLASSIFICA
Bari 2 - 2 Roma
Juventus 67
Cagliari 0 - 2 Sampdoria
Parma 60
Foggia 2 - 1 Fiorentina
Milan 57
Genoa 0 - 4 Juventus
Lazio 54
Lazio 4 - 1 Inter
Roma 52
Milan 1 - 0 Genoa
Inter 48
Padova 3 - 0 Reggiana
Fiorentina 46
Parma 1 - 0 Bari
Sampdoria 46
Torino 1 - 0 Cremonese
Cagliari 44




Torino 44




Napoli 42




Bari 40




Padova 39




Cremonese 34




Genoa 33




Foggia 33




Reggiana 14




Brescia 12



"Corriere dello Sport"

In prima pagina:
FONSECA, UN RITORNO ALLA GRANDE. 

XII pagina:
Prima doppietta giallorossa dell'uruguaiano, pugliesi doppia rimonta.
FONSECA SPAVENTA IL BARI. Due reti (una annullata) del romanista nei primi 5': i biancorossi superano la crisi grazie al gol di Tovalieri che colpisce pure un palo. Nella ripresa nuovo vantaggio degli ospiti (punizione) e pari definitivo di Protti dopo un superbo slalom di Barone.

XIII pagina:
Un piccolo passo avati verso l'Uefa, ma il tecnico avverte.
MAZZONE: C'È DA SOFFRIRE. "Il nostro torneo non perderà interesse neppure all'ultimo, ma avrei preferito un finale diverso... Dispiace arrivare al quinto posto. Il primato cittadino non c'entra, ma la Lazio sta giocando bene. Fonseca? Ha avuto molti problemi, era contentissimo".
articolo



La Partita

Quattro gol, tante emozioni, ma alla fine il pareggio è quello che le due squadre volevano: una per un piazzamento Uefa, l'altra per una salvezza sempre più vicina.
Forse di questo pareggio annunciato nessuno aveva avvertito Fonseca al rientro in piena forma dopo alcune giornate dove non era apparso in buone condizioni, perchè fa di tutto per far vincere la Roma, in 5 minuti realizza due gol (uno annullato per fuorigioco), riporta in vantaggio la Roma nel secondo tempo dove era stata subito raggiunta da Tovalieri (anche un palo per lui) ma questa volta si rende conto di aver sbagliato perchè dopo la magistrale punizione infilata sotto il sette di Fontana non ha la voglia di esultare.
E dopo questo problema creato da Fonseca?
Niente paura, il Bari deve pareggiare e i giallorossi gli danno una mano, facendosi saltare come birilli da Barone e lasciando soli in mezzo all'area di Cervone Tovalieri e Protti che non ha problemi a segnare sul cross rasoterra dello stesso Barone.

Il Protagonista

Da "LA ROMA" mensile di attualità sportiva.

Ormai la sua chiamata in Nazionale, tanto attesa nei mesi passati, dovrebbe essere questione di giorni, il tempo che Sacchi riordini le idee e compili la lista dei giocatori da portare in Svizzera per i prossimi amichevoli confronti degli azzurri. "Spiato" anche a Bari da Pietro Carmignani, uno dei collaboratori più fedeli del cittì, Francesco Statuto non ha fallito l'appuntamento, facendosi trovare e vedere in grande spolvere nel dettare i ritmi di una gara che, se era segnata nel risultato non ha mai offerto toni bassi.
Statuto ha menato la danza con grande impegno, col solito tenace temperamento vincendo qualsiasi tipo di confronto, riproponendosi, ora che sta bene, come il classico centrocampista "universale" per il finale di stagione della Roma e per il futuro.
Se avesse anche il piede giusto per sparare i palloni verso le porte avversarie, potrebbe essere un calciatore completo, ma non gli si può chiedere la luna, soprattutto se al termine di azioni travolgenti, di slalom ubriacanti non ha più la forza e, soprattutto, la lucidità per far partire il suo destro. Chissà che con un pò d'addestramento Mazzone non riesca anche a raddrizzargli i piedi!