logosito STAGIONE 1994 - 1995



CAMPIONATO
logosito



ROMA - PARMA

XXV GIORNATA
01 Aprile 1995



romacalcio
ROMA
1 - 0

parmacalcio
PARMA



Cervone 6,5, Aldair 6,5, Lanna 6, Statuto 6,5, Petruzzi 6, Carboni 6,5, Moriero 7 (87' Piacentini Sv), Cappioli 7, Balbo 6,5, Giannini 6,5, Fonseca 7 (56' Totti 6)

All.: Mazzone
23' Balbo

Arbitro: Collina
Bucci 5,5, Benarrivo 5,5, Di Chiara 6 (75' Mussi Sv), Minotti 6, Apolloni 6 (37' Branca 5,5), Couto 6, Pin 6, Baggio D. 5,5, Sensini 5,5, Zola 6, Asprilla 5,5

All.: Scala
A disposizione:
Lorieri, Benedetti, Annoni

A disposizione:
Bacchini, Castellini, Fiore



I RISULTATI DI GIORNATA

CLASSIFICA
Cremonese 0 - 0 Lazio
Juventus 58
Fiorentina 4 - 0 Brescia
Parma 49
Foggia 4 - 1 Padova
Milan 42
Genoa 1 - 1 Bari
Roma 44
Milan 0 - 2 Juventus
Lazio 41
Napoli 2 - 0 Sampdoria
Fiorentina 39
Reggiana 0 - 1 Inter
Inter 38
Roma 1 - 0 Parma
Torino 36
Torino 3 - 2 Cagliari
Cagliari 35




Sampdoria 35




Napoli 34




Bari 31




Foggia 28




Genoa 28




Cremonese 26




Padova 26




Reggiana 14




Brescia 12



"Corriere dello Sport"

In prima pagina:
ROMA DA SOGNO. Mazzone vola al terzo posto. Sensi invita la Juve: "Per la inale Uefa vieni all'Olimpico".
Fonseca salta Napoli. Romanisti felice: "Saldato il conto con il Parma".
Rapinati 430 milioni d'incasso.
Apolloni: "Io in giallorosso? Magari".

IV pagina:
ROMA, NON È PESCE D'APRILE. Determinata, messa bene in campo, in grande salute, la squadra giallorossa frantuma i sogni di un Parma rimasto in partita per 20 minuti.
Vince con un gol del solito Balbo ma meritava molto di più: ha colpito con Cappioli una traversa, ha fallito un gol incredibile con Totti e si è vista negare un rigore su Carboni.
Fonseca, brutto infortunio.

V pagina:
Roma-Parma è un canto sudamericano.
BALBO: GRAZIE, DANIEL. "Con lui in campo è proprio un'altra Roma: lo dico per chi non se ne fosse ancora accorto..."
"E adesso che so che il suo infortunio non è grave, la mia gioia è completa. Io italiano? Lo sono già come cittadino, spero di esserlo anche come calciatore".

VI pagina:
MAZZONE: ROMA STUPENDA. "Sacchi, perchè non chiami Cervone?"
Un bravo a Cappioli: "Ha recuperato tanti palloni".




La Partita

Sogni di scudetto? No, sogni da secondo posto.
La sconfitta immeritata contro il Parma nella partita d'andata è stata restituita agli emiliani con gli interessi dovuti.
All'inizio però i gialloblu si fanno sotto con Asprilla, Dino Baggio e ancora Asprilla, ma Cervone fa vedere che oggi non è giornata per gli attaccanti del Parma: nella prima occasione contro Asprilla il portierone sembra saltato, ma allunga il suo "tentacolo" e blocca la palla.
Al primo affondo romanista, i giallorossi vanno in gol: cross di Fonseca dalla destra, colpo di testa di Cappioli e respinta difettosa di Bucci, Balbo lì ad un passo non ha problemi a segnare il suo sedicesimo gol in questo campionato. Subito dopo ancora la Roma con Cappioli, ancora di testa, colpisce la traversa. Il Parma non riesce a reagire e si affida a dei brutti falli soprattutto di Couto.
Nella seconda frazione di gioco è ancora la Roma la dominatrice dell'incontro: dopo l'infortunio di Fonseca, Totti entra al suo posto e si mangia subito le unghie sbagliando un gol fatto a porta vuota di testa.
Anche Moriero non riesce ad inquadrare la porta dopo una bella azione di rimessa, ma una volta fallita l'occasione chiede scusa alla curva.
Il Parma viene sbeffeggiato dagli insulti scherzosi del meraviglioso pubblico romanista che si diverte inventando al momento degli sfottò contro questo o quel giocatore.
Ora il secondo posto non è poi così lontano...

Il Protagonista

Da "LA ROMA" mensile di attualità sportiva.

Almeno lui risponde sul campo.
Prima la Nazionale con la confortante prestazione contro l'Estonia, poi le velate polemiche che qualcuno in società ha voluto stigmatizzare, in quanto Amedeo Carboni ha già sollecitato il prolungamento del contratto che scadrà a giugno dell'anno prossimo; non sempre, nel calcio, chi alza la voce ha ragione.
Purtroppo, per la Roma, un paio di società stanno esercitando un pressing asfissiante sul terzino di fascia giallorosso e siccome (giustamente) a Trigoria non vorrebbero che Carboni andasse a rafforzare, nonostante i trent'anni, una diretta concorrente dei quartieri alti della classifica, ecco che in atto c'è un autentico braccio di ferro.
La Juventus s'è mossa da tempo. Prima del club bianconero, alla porta del romanista aveva bussato la Fiorentina. A Carboni non è rimasto altro che chiedere informazioni sul futuro, ottenendo in cambio una risposta evasiva: "Si vedrà nella prossima stagione".
Per nulla preoccupato dalla piega che potrà prendere la vicenda (ma Sensi ha urlato che confermerà l'organico protagonista della splendida stagione), Carboni ha riabbassato la testa e s'è messo a correre sulla fascia più di prima, meglio di prima.