logosito STAGIONE 1994 - 1995



CAMPIONATO
logosito



ROMA - FOGGIA

I GIORNATA
04 Settembre 1994



biglietto



romacalcio
ROMA
1 - 1

Foggia calcio
FOGGIA



Cervone 7, Annoni 5,5 (71' Colonnese Sv), Lanna 5, Thern 7, Aldair 6, Statuto 6, Moriero 7, Cappioli 5, Totti 6,5 (71' Muzzi Sv), Giannini 6, Fonseca 6

All.: Mazzone
30' Totti
67' Kolyvanov

Arbitro: Trentalange
Mancini 6, Padalino 6, Bianchini 6, Nicoli 6,5, Di Biagio 6,5, Caini 6, Bresciani 6,5, Bressan 6 (53' Biagioni 6), Kolyvanonv 6,5, De Vincenzo 6,5, Mandelli 7 (88' Sciacca Sv)

All.: Catuzzi
A disposizione:
Lorieri, Benedetti, Maini

A disposizione:
Brunner, Di Bari, Cappellini



I RISULTATI DI GIORNATA

CLASSIFICA
Bari 0 - 1 Lazio
Fiorentina 3
Brescia 1 - 1 Juventus
Inter 3
Fiorentina 2 - 1 Cagliari
Lazio 3
Milan 1 - 0 Genoa
Milan 3
Napoli 1 - 0 Reggiana
Napoli 3
Parma 2 - 0 Cremonese
Parma 3
Roma 1 - 1 Foggia
Sampdoria 3
Sampdoria 5 - 0 Padova
Brescia 1
Torino 0 - 2 Inter
Foggia 1




Juventus 1




Roma 1




Bari 0




Cagliari 0




Cremonese 0




Genoa 0




Padova 0




Reggiana 0




Torino 0



"Corriere dello Sport"

In prima pagina:
QUANTA PAZIENZA, CARA ROMA. Partenza falsa col Foggia (1-1), sessantamila delusi, Sensi indispettito, Mazzone ribatte acido.

V pagina:
KOLYVANOV GELA L'OLIMPICO. Roma in vantaggio con Totti e raggiunta dal russo. Fischi ai giallorossi che hanno brillato soltanto per un quarto d'ora.
Catuzzi sta lavorando bene: anche senza Zeman il Foggia resta frizzante. Il gol è nato da un errore di Lanna e Aldair.

VI pagina:
SENSI-MAZZONE, È GIÀ DUELLO. Il presidente: "Non giustifico false partenze". Il tecnico: "È il primo tifoso, a fine gara sbaglia chi gli fa le domande e sbaglia lui a rispondere".
Balbo ha lasciato lo stadio in lacrime
.
Il primo gol di Totti in serie A
Francesco Totti ha appena realizzato il suo primo gol in serie A

articolo



La Partita

Prima di campionato e prima delusione stagionale.
Eppure la partita stava filando liscia, con i giallorossi che si sentivano padroni del campo, avendo un maggior controllo di palla e avendo anche qualce occasione pericolosa.
All'inizio, però, le cose non andavano tanto bene: alcuni giocatori stentavano ad entrare in partita, giocatori come Moriero (lasciato per più di un quarto dìora solo sulla fascia destra a parlare con il guardalinee), Statuto (dirottato in un ruolo non suo) e Cappioli (che dimostra di non intendersi ancora con Thern).
Proprio Thern pian piano prende per mano i giocatori giallorossi, conquistando palloni importanti, rubando palla ai centrocampisti foggiani, insomma un vero muro.
I tifosi però non capivano che Lanna e Annoni da dietro dovevano per forza fare dei lanci lunghi a saltare il centrocampo per evitare il grande pressing che attuavano i foggianie per questo cominciavano a fischiare soprattutto Lanna.
Proprio quando i fischi si facevano più intensi, ecco che Thern crossa in area, Fonseca fa da sponda e Totti con un sinistro di prima intenzione sigla il suo primo gol in serie A.
A questo punto la partita sembra tutta in discesa, con Fonseca che cerca di impreziosirla con un tiro al volo ed una rovesciata, Totti che tira alto di poco, Giannini che non riesce a colpire di testa e Moriero che di vede la palla respingere quasi sulla linea da un difensore.
Anche Cervone però ha avuto il suo bel da fare con un paio di miracoli. E quanto lo stadio acclamava un gol di Fonseca, il Foggia pareggiava.
Su un lancio lungo dei difensori foggiani, Aldair spinto da Kolyvanov, sbaglia l'appoggio di testa per Lanna il quale a sua volta sbaglia l'appoggio lasciando il russo foggiano solo davanti a Cervone.
La reazione della Roma è dapprima sterile, poi sempre più insistente, ma il massimo risultato è un colpo di testa di Cappioli clamorosamente sbagliato.
I giallorossi escono tra i fischi forse non proprio meritati.

Il Protagonista

Da "LA ROMA" mensile di attualità sportiva.

È stato e sarà festeggiato in mille maniere. La vetrina, nel grigiore dei giallorossi, gli spetta di diritto anche se non è stato il migliore in campo nella prima giornata di andata: Francesco Totti, diciotto anni da compiere a fine settembre, ragazzo semplice, abituato ad obbedire in casa e agli allenatori.
Il ragazzo di via Vetulonia, passando dalle serie minori alla prima squadra, ha subito dimostrato di avere grande dimistichezza con il gol.
Una corta respinta di testa di Fonseca e la botta sicura a battere il portiere del Foggia. Mazzone crede in Totti e Totti lo ascolta ogni giorno con attenzione.
Per colpa del turnover, vedrete, il ragazzo giocherà spesso e con la stessa freddezza farà ancora gonfiare la porta avversaria.
Alla Roma ne sono sicuri.