logosito STAGIONE 1993 - 1994



CAMPIONATO
logosito


PARMA - ROMA

XXXI GIORNATA
9 Aprile 1994

parmacalcio
PARMA
0 - 2

romacalcio
ROMA



Ballotta 6, Balleri 5, Di Chiara 6,5, Minotti 6, Maltagliati 5,5, Sensini 5,5, Brolin 5,5, Zoratto 6 (70' Colacone Sv), Crippa 6, Zola 5, Asprilla 5

All.: Scala
19' Balbo
88' Festa

Arbitro: Baldas
Espulso: 52' Balleri per fallo da tergo
Cervone 6,5, Festa 7, Aldair 7, Piacentini 6,5, Lanna 6,5, Carboni 6, Haessler 6 (90' Garzya Sv), Cappioli 6, Balbo 7, Giannini 7, Rizzitelli 6 (60' Bonacina 6)

All.: Mazzone
A disposizione:
Ferrari, Matrecano, Sorce, Falsini

A disposizione:
Pazzagli, Berretta, Totti



I RISULTATI DI GIORNATA

CLASSIFICA
Cagliari 3 - 0 Reggiana
Milan 48
Inter 4 - 1 Lecce
Juventus 42
Lazio 3 - 1 Atalanta
Sampdoria 41
Napoli 0 - 0 Juventus
Lazio 40
Parma 0 - 2 Roma
Parma 38
Piacenza 1 - 1 Cremonese
Torino 33
Sampdoria 1 - 1 Genoa
Napoli 31
Torino 0 - 0 Milan
Inter 30
Udinese 3 - 0 Foggia
Roma 30




Cagliari 29




Cremonese 29
Reggiana 2 - 0 Parma
Foggia 29




Genoa 29




Piacenza 28




Reggiana 26




Udinese 26




Atalanta 18




Lecce 11



"Corriere dello Sport"

In prima pagina:
ROMA BALBOMBA. Grande prova dei giallorossi a Parma: bolide dell'argentino (gol numero 11) e raddoppio di Festa.

III pagina:
MAZZONE, FESTA DOPPIA. Il primo gol in serie A del difensore dà la sicurezza dei due punti alla Roma e ufficializza (parole di Sensi) la riconferma del tecnico.
Giallorossi in vantaggio con una prodezza balistica di Balbo che nella ripresa ha colpito anche un palo. Parma contestato e arruffone.

Inserto Roma&Lazio:
Dopo il successo a Parma, la squadra parla di "occasioni perdute".
ROMA, È GIOIA CON RIMPIANTO. Piacentini: Bastavano due punti in più per un finale esaltante.
Carboni: Vincendo col Piacenza si può ancora sperare nell'Uefa.


Tifosi romanisti
I tifosi giallorossi a Parma



La Partita

Dispiace.
Mi dispiace veramente vedere in quella zona di classifica solo ora che il campionato sta per concludersi. Anche se la vittoria di Parma fa ancora sperare noi tifosi in un posto Uefa e riconferma il tecnico giallorosso (decisione giusta, a mio avviso), fa anche crescere il rammarico per i punti persi per strada: basta ricordare le sconfitte casalinghe con Napoli, Cremonese e Udinese dove, anche se avessimo pareggiato, ora saremmo in piena zona Uefa.
Ma parliamo della partita.
I tifosi parmensi accolgono la loro squadra al grido di "Venduti, venduti" riferendosi al derby perso con la Reggiana. Al seguito dei giallorossi ci sono quasi 5000 tifosi venuti da Roma.
Naturalmente il Parma durante i primi minuti si getta in avanti per cercare subito il gol del vantaggio, ma piano piano la Roma sale dalla propria area di rigore e al 19' passa in vantaggio: sulla trequarti Cappioli subisce un fallo che lo stesso numero 8 batte all'improvviso per il sopraggiungente Balbo che da quasi 25 metri fa partire una vera e propria bomba che si trasforma in eurogol andando a piazzarsi sotto il sette. Questo gol è la dimostrazione che la squadra ormai ha trovato la sua dimensione: quando mai, due mesi fa, Balbo avrebbe provato a fare un tiro del genere?
Il primo tempo finisce con il Parma che cerca di pareggiare a tutti i costi.
La ripresa, però, si apre all'insegna della Roma con Balbo che, con uno stupendo stop di petto e girata al volo, colpisce il palo, e si chiude sempre con la Roma padrona del campo che segna il secondo gol con un tuffo di testa di Festa (primo gol in assoluto in serie A) su cross di Cappioli. Ma ormai il Parma non opponeva più nessuna resistenza anche perchè era rimasto in 10 dopo l'espulsione di Balleri per un bruttissimo fallo su Carboni.
Ora l'importante è cercare di vincere le tre partite che sono rimaste fino alla fine del campionato per arrivare in coppa Uefa e rispettare le promesse iniziali.

Il Migliore

Da "LA ROMA" mensile di attualità sportiva.

Un gol da antologia. Una gran botta all'incrocio che ha praticamente tagliato le gambe degli emiliani, un palo, ma soprattutto una prestazione di buon livello tecnico. Così Balbo sta portando la Roma fuori dalla zona retrocessione e si prepara al mondiale americano dove, unitamente all'Argentina, conta di essere protagonista.