logosito STAGIONE 1993 - 1994



CAMPIONATO
logosito


ROMA - CAGLIARI

XXX GIORNATA
2 Aprile 1994

romacalcio
ROMA
2 - 0

cagliaricalcio
CAGLIARI



Cervone Sv, Garzya 6,5, Aldair 6,5, Piacentini 6,5, Lanna 6,5, Carboni 6, Haessler 6 (85' Berretta Sv), Cappioli 6,5, Balbo 7, Giannini 6 (90' Bonacina Sv), Rizzitelli 7

All.: Mazzone
4' Rizzitelli
61' Balbo

Arbitro: Beschin
Fiori 7, Villa Sv (36' Marcolin 5,5), Pusceddu 6, Herrera 5,5, Napoli 5,5, Firicano 5,5, Moriero 6, Sanna 5,5, Dely Valdes 5, Matteoli 5,5, Oliveira 5 (85' Criniti Sv)

All.: Giorgi
A disposizione:
Pazzagli, Comi, Totti

A disposizione:
Di Bitonto, Pancaro, Allegri



I RISULTATI DI GIORNATA

CLASSIFICA
Atalanta 1 - 1 Udinese
Milan 47
Cremonese 0 - 0 Sampdoria
Juventus 41
Foggia 1 - 0 Piacenza
Sampdoria 40
Genoa 1 - 1 Lazio
Lazio 38
Juventus 1 - 0 Inter
Parma* 38
Lecce 1 - 2 Torino
Torino 32
Milan 1 - 1 Parma
Napoli 30
Reggiana 1 - 0 Napoli
Foggia 29
Roma 2 - 0 Cagliari
Cremonese 28




Genoa 28




Inter 28




Roma 28




Cagliari 27




Piacenza 27




Reggiana* 24




Udinese 24




Atalanta 18




Lecce 11










* Reggiana e Parma una partita in meno



"Corriere dello Sport"

In prima pagina:
ROMA RIZZIGOOOOL. Roma di resurrezione: un Cagliari troppo stanco perchè potesse rovinare la festa di Mazzone, Rizzitelli e Balbo.

VIII pagina:
RIECCO A VOI RIZZITELLI. La Roma ottiene la seconda vittoria consecutiva e scavalca il Cagliari che ora si trova in zona minata.

IX pagina:
LA RESURREZIONE DI RIZZITELLI. Due vittorie della Roma, due firme della punta che sembrava "persa".
"Adesso segno perchè gioca meglio la squadra".
"Prima qualche compagno si nascondeva, col Foggia la svolta. Finirò all'Inter? Con Bianchi ho un rapporto stupendo..."
articolo



La Partita

Evidentemente non è stato un caso la vittoria contro il Lecce.
Quella partita ha ridato alla Roma morale e punti importantissimi per la salvezza. La vittoria di oggi ha dato ancora più cose: morale, sicuramente, gioco e anche punti importantissimi non più solo per la salvezza, ma per quella coppa Uefa che ad inizio campionato sembrava sicura e che poi con il passare delle giornate si è via via allontanata fino a scomparire del tutto all'orizzonte.
Nella partita di oggi è rinato Rizzitelli, giocatore scomparso da ormai troppo tempo. Ha fatto vedere cose di alta classe, cose che non faceva dai tempi di Bianchi allenatore. In tutti e due i gol c'è il suo zampino.
Nel primo, dopo uno scambio di prima a cui ha partecipato tutta la squadra, partendo dalla difesa, ha chiesto ripetutamente triangolo e una volta ottenutolo ha tirato imparabilmente nell'angolino basso alla destra di Fiori.
Nel secondo è stato lui ad impostare il contropiede e, entrato in area, sulla respinta del portiere cagliaritano la palla è arrivata a Balbo che di prima intenzioneha tirato sul palo, ma la palla è entrata ugualmente in porta.
Lo stesso Balbo poco dopo su un altro pallone portato avanti da Rizzitelli e scambiato con Giannini, tirando di piatto ha colpito la traversa. In precedenza anche Aldair, portatosi in avanti, aveva colpito un palo con un tiro a lunga gittata.

Il Migliore

Da "LA ROMA" mensile di attualità sportiva.

Ruggiero Rizzitelli sembra davvero un altro giocatore. Gli fa bene la primavera. Un gol al Lecce, uno per rassicurare la roma contro il Cagliari. E non basta, perchè l'attaccante, restituito ad un ruolo per lui più congeniale, sembra tornato ai livelli che ne propiziarono la chiamata in Nazionale e la presenza agli Europei dell'88.