logosito STAGIONE 1993 - 1994



CAMPIONATO
logosito


FOGGIA - ROMA

XXVIII GIORNATA
20 Marzo 1994

Foggia calcio
FOGGIA
1 - 1

romacalcio
ROMA



Mancini 6,5, Nicoli 5,5, Caini 6, Sciacca 6 (47' Di Biagio 6), Chamot 6,5, Di Bari 6, Bresciani 6,5, De Vincenzo 6, Kolyvanov 6, Stroppa 6,5, Roy 4,5 (85' Cappellini Sv)

All.: Zeman
16' De Vincenzo
74' Giannini

Arbitro: Trentalange
Cervone 6,5, Festa 5,5 (65' Totti 6), Lanna 6, Mihajlovic 6, Aldair 6,5, Carboni 6,5, Cappioli 6, Piacentini 5,5, Balbo 5 (85' Garzya Sv), Giannini 7, Rizzitelli 6,5

All.: Mazzone
A disposizione:
Bacchin, Bucaro, Giacobbo

A disposizione:
Pazzagli, Comi, Berretta



I RISULTATI DI GIORNATA

CLASSIFICA
Cagliari 0 - 0 Sampdoria
Milan 46
Foggia 1 - 1 Roma
Juventus 37
Genoa 3 - 0 Udinese
Sampdoria 37
Juventus 4 - 0 Parma
Lazio 36
Lazio 3 - 0 Napoli
Parma* 35
Lecce 2 - 4 Cremonese
Torino 29
Milan 2 - 1 Inter
Inter 28
Piacenza 4 - 0 Atalanta
Napoli 28
Reggiana 1 - 0 Torino
Cagliari 27




Foggia 27




Cremonese 26




Piacenza 26




Genoa 25




Roma 24




Udinese 22




Reggiana* 21




Atalanta 17




Lecce 11










* Reggiana e Parma una partita in meno



"Corriere dello Sport"

In prima pagina:
GIANNINI, PRINCIPE SALVAROMA. A Foggia firma la rete del pari-speranza e poi scoppia in un pianto liberatorio.
La volata per la salvezza: domenica i giallorossi aspettano il Lecce già retrocesso in serie B.
Mazzone: "Oggi sono bravo?" Il capitano: "Ho fatto svanire l'incubo".
Atalanta spacciata, Udinese nei guai.

VI pagina:
ROMA, UN PRINCIPE PER AMICO. Foggia in vantaggio con De Vincenzo, pareggia il contestatissimo Giannini protagonista di una grande partita.
I pugliesi hanno dominato a lungo, ma negli ultimi 30' i giallorossi sono cresciuti sfiorando il successo.

VII pagina:
GIANNINI, LACRIME D'AMORE. Dopo il gol è scoppiato a piangere: "Per la prima volta avevo visto la B in faccia, un incubo! Questa rete mi avvicina alla Roma? No, non mi ero mai allontanato".

Inserto Roma&Lazio:
LO SPETTRO DELLA B, POI LA GRANDE GIOIA. Pochi intimi a Termini sul treno, duemila irriducibili allo stadio.
Cori e insulti per tutti, la rassegnazione, il magico urlo liberatorio.
articolo

la gioia di Giannini
Esultanza di gruppo


I tifosi giunti a Foggia
I tanti tifosi giunti a Foggia a sostenere la squadra nonostante tutto

I tifosi giunti a Foggia
Per l'occasione, i tifosi della Roma hanno preparato anche una mini-coreografia


I tifosi giunti a Foggia
I tanti tifosi giunti a Foggia a sostenere la squadra nonostante tutto



La Partita

Goool!
Dopo 424 minuti capitan Giannini con una splendida giocata mette il pallone alle spalle del bravo Mancini con un tiro... mancino. Lacrime di gioia, sia per lui che per i compagni, sia per noi tutti tifosi.
La partita, però, era cominciata malissimo tanto che al 17' del primo tempo De Vincenzomette dentro una palla ribattuta dal palo su un tiro di Bresciani.
Il Foggia poi continua a spingere a tavoletta ed ha ottime possibilità per raddoppiare e mandare i giallorossi in serie B.
Nel secondo tempo Mazzone osa di più inserendo una terza punta (Totti) togliendo un marcatore (Festa). Questa mossa ha dato sì più spazio ai contropiede foggiani, ma ha portato la Roma a dominare gli ultimi 30 minuti della partita raggiungendo il pareggio al 29' dl secondo tempo con il principe Giannini.
Tutta la squadra abbracciata al capitano e grande festa sugli spalti per i 2000 tifosi assiepati in curva.
Un gol, questo, che può significare salvezza.

Il Migliore

Da "LA ROMA" mensile di attualità sportiva.

Un gol cercato con la forza della disperazione, ma soprattutto una prestazione da incorniciare, un pianto di gioia dopo aver ottenuto il sospirato pareggio.
Tutto questo è Giannini, vituperato, contestato, messo sotto accusa per un rigore fallito, ma sempre un punto di forza di questa Roma.