logosito STAGIONE 1993 - 1994



CAMPIONATO
logosito


ROMA - SAMPDORIA

XXV GIORNATA
27 Febbraio 1994

romacalcio
ROMA
0 - 1

sampdoriacalcio
SAMPDORIA



Cervone 6,5, Benedetti 5,5, Lanna 5,5, Bonacina 6 (60' Scarchilli 6), Aldair 6,5, Carboni 6, Haessler 6,5, Piacentini 6,5, Balbo 5,5, Cappioli 6, Totti 7 (86' Comi Sv)

All.: Mazzone
25' Mancini

Arbitro: Boggi
Pagliuca 8, Mannini 6,5, Serena 6, Invernizzi 6,5, Vierchowod 6, Rossi 6 (88' Sacchetti Sv), Lombardo 6,5, Salsano 6 (61' Bertarelli 5,5), Platt 6, Mancini 6,5, Evani 6,5

All.: Eriksson
A disposizione:
Pazzagli, Garzya, Berretta

A disposizione:
Nuciari, Katanec, Dall'Igna



I RISULTATI DI GIORNATA

CLASSIFICA
Atalanta 1 - 3 Juventus
Milan 40
Genoa 2 - 0 Lecce
Juventus 34
Milan 2 - 1 Foggia
Sampdoria 34
Napoli 1 - 2 Cagliari
Parma 33
Parma 2 - 1 Cremonese
Lazio 31
Piacenza 1 - 2 Lazio
Torino 27
Roma 0 - 1 Sampdoria
Inter 26
Torino 2 - 0 Inter
Cagliari 25
Udinese 2 - 1 Reggiana
Foggia 25




Napoli 25




Piacenza 22




Roma 22




Cremonese 21




Genoa 21




Udinese 21




Reggiana 18




Atalanta 16




Lecce 9



"Corriere dello Sport"

In prima pagina:
Domenica il derby: Mazzone sull'orlo dell'abisso.
ROMA, CHE GELO A -9 DALLA LAZIO. I giallorossi senza fortuna si consolano con baby-Totti.

V pagina:
E ROMA CANTA: PASSERÀ. Domina, è beffata da un gioiello di Mancini, esce tra gli applausi. Ma è in piena zona retrocessione.

XIII pagina:
MAZZONE: ERIKSSON È UN CATENACCIARO. Il tecnico entra in polemica con lo svedese: "Lui è un grande difensivista, non io. All'andata abbiamo vinto facendo anche un buon calcio. In passato avevamo meritato di perdere, oggi no. I ragazzi hanno fatto il loro dovere".
"Una sconfitta rocambolesca, qualcuno mi ha fatto la fattura. Non trovo altri argomenti per spiegare quello che sta succedendo. L'applauso finale dei tifosi può dare la svolta alla stagione".
articolo



La Partita

È uno strano campionato quello che sta passando quest'anno la Roma, jellato come lo scorso e in alcune partite rinunciatario come non avevo ancora visto, a -9 punti dalla Lazio.
Ora però non vorrei parlare dei cugini biancazzurri perchè ci sono cose più importanti da far leggere.
I giallorossi venivano da 2 punti conquistati in casa di Atalanta e Cremonese e non si potevano permettere di perdere questa sfida con la Sampdoria, e per me non l'hanno persa, sono riusciti a conquistare i 2 punti anche se in classifica non risultano.
La partita si può riassumere così: un tiro, un gol; cento tiri, un grande Pagliuca.
Bellissimo il gol dei blucerchiati con una grande combinazione tutta di prima Evani-Platt-Mancini che fa secco l'incolpevole Cervone. E poi?
Poi solo Roma, trascinata dalle invenzioni del "nano" Tommasino Haessler e dalla "scoperta" Francesco Totti, solo diciassettenne.
E Mancini e company?
Inesistenti, anzi vivi solo su contropiedi che creavano qualche grattacapo a Lanna diventato ormai marcatore sinistro e Benedetti che sostituiva l'infortunato Festa.
Davanti alla Roma resisteva il solo Pagliuca (che questa estate era in procinto di passare alla Roma) che ha praticamente da solo salvato la partita sulle ripetute bombe di Haessler, Piacentini e Cappioli, e sui colpi di testa di Balbo e di Totti. L'unico errore giallorosso è stato quello di Haessler che, lanciato da Totti in mezzo l'area, solo soletto ha sparato addosso a Pagliuca.
Non sono daccordo col voto dato a Balbo. L'argentino ce l'ha messa tutta e ha fatto anche una buona partita. Vorrei spendere anche due parole sul giovane Totti che a soli 17 anni sta dimostrando di essere un vero campione: sentiremo ancora parlare di lui.
La Roma ha vinto, non importa che sia ad un solo punto dalla zona retrocessione, lo dimostrano anche i cori e gli applausi dei tifosi che hanno accompagnato i giocatori negli spogliatoi.

Il Migliore

Da "LA ROMA" mensile di attualità sportiva.

Così piccolo d'età, così bravo. Nel giorno della consacrazione e del lancio in prima squadra, Francesco Totti, per nulla emozionato e turbato dall'importanza della gara, ha confermato le sue buone qualità con una prestazione ad altissimo livello.
Peccato che pagliuca gli abbia negato la gioia del gol.