logosito STAGIONE 1993 - 1994



CAMPIONATO
logosito


ROMA - MILAN

XXII GIORNATA
6 Febbraio 1994

romacalcio
ROMA
0 - 2

milancalcio
milan



Lorieri 4, Garzya 5 (46' Totti 6), Festa 5, Bonacina 6, Aldair 6, Lanna 5, Haessler 5,5, Cappioli 6, Balbo 5, Giannini 4, Scarchilli 5

All.: Mazzone
11' Massaro
77' Maldini

Arbitro: Amendolia
Rossi 7, Tassotti 6, Maldini 6,5, Albertini 7, Costacurta 6,5, Baresi 6,5, Eranio 6,5, Desailly 7, Boban 6, Savicevic 7, Massaro 7 (81' Simone Sv)

All.: Capello
A disposizione:
Pazzagli, Benedetti, Comi, Bernardini

A disposizione:
Ielpo, Galli, Carbone A., Donadoni



I RISULTATI DI GIORNATA

CLASSIFICA
Cagliari 1 - 1 Foggia
Milan 34
Cremonese 2 - 0 Atalanta
Sampdoria 30
Inter 1 - 2 Lazio
Juventus 29
Lecce 1 - 1 Piacenza
Parma 29
Napoli 1 - 1 Genoa
Lazio 27
Reggiana 0 - 0 Juventus
Inter 25
Roma 0 - 2 Milan
Napoli 24
Sampdoria 6 - 2 Udinese
Torino 23
Torino 1 - 2 Parma
Cagliari 21




Foggia 21




Cremonese 20




Piacenza 20




Roma 20




Genoa 17




Reggiana 17




Udinese 17




Atalanta 15




Lecce 7



"Corriere dello Sport"

In prima pagina:
Lorieri dà via libera al Milan scudetto.
LA ROMA VOTA BERLUSCONI. Mazzone contestato dai tifosi ma non rischia. Sensi duro: "È stato uno spettacolo penoso".

II pagina:
LA ROMA FINISCE DOPO DIECI MINUTI. Gran partenza dei giallorossi ma Festa sbaglia un gol fatto e il solito Massaro li punisce. Dopo, noia o quasi. Il Milan controlla e passa ancora con Maldini, favorito da... Lorieri.

III pagina:
SENSI: È STATA UNA FIGURA PENOSA. "L'ammetto: adesso sono angosciato. Mazzone non si discute. Giannini? Male, come tutti".

XIV pagina:
ROMA ANCORA SENZA PAROLE. Continua il silenzio stampa dei giocatori, mentre la situazione sembra precipitare. Già si pensa alla gara con l'Atalanta. Toreranno a disposizione Piacentini, Carboni e Berretta. Da rivalutare la situazione di Lorieri. Domani la ripresa.

XV pagina:
MAZZONE: ERRORI GRAVISSIMI. "Quando si perde in casa le parole non servono a dare giustificazioni. La partita è finita dopo il gol di Massaro".
"Nessun commento sui singoli. Momento difficile, a fine anna vedremo di chi sono le colpe. Ora ci vuole calma e serenità".

LA CONTESTAZIONE VIENE DALLA SUD. Cori contro Mazzone, insulti a Lorieri. All'esterno lo schiaffo più grande: una maligna indifferenza.
articolo

Totti in semirovesciata
Il giovane Totti prova una semirovesciata



La Partita

C'è sempre la prima volta, recita un vecchio proverbio, e difatti oggi è stato contestato Mazzone per la prima volta da quando siede sulla panchina giallorossa.
Forse i tifosi non si sono arrabbiati molto per il gioco offerto dalla squadra, peraltro completamente inferiore a quello del Milan (ma non vorrei prendere troppo di mira Mazzone che lavora solo da 5 mesi), ma perchè nel secondo tempo quando si doveva recuperare un gol ai campioni d'Itali, i giallorossi non hanno fatto niente per raddrizzare la partita lasciando negli spogliato anche il "grande cuore" che tanto aveva reso famosi e che tante gioie ci ha regalato (la più grande in estate nella finale di Coppa Italia contro il Torino). Parliamo della partita.
La Roma parte benissimo e già al 3' ha l'occasione per passare in vantaggio, ma dopo un colpo di testa in tuffo di Balbo che mette in crisi Rossi, Festa a porta vuota tira fuori da tre metri.
I giallorossi attaccano per 10' concedendo davvero poco al Milan e collezionando molte occasioni per passare in vantaggio. Poi su contropiede rossonero, Savicevic con un tiro da fuori area deviato da Aldair lascia di sasso Lorieri e coglie il palo, sulla respinta Massaro è pronto a infilare il portiere romanista.
Come detto nel secondo tempo non c'è quella riscossa che tutti si aspettavamo, anche se c'è stato un buon ingresso del diciasettenne Totti.
La Roma capitola su un calcio d'angolo di Savicevic, Lorieri esce a vuoto lasciando la palla sui piedi di Maldini. La partita è chiusa al 23' del secondo tempo e Lorieri ha giusto il tempo per riscattarsi con due-tre interventi che salvano da un passivo più grande.
Verso la fine, dura contestazione a Lorieri, Giannini e Mazzone, ma all'esterno la più totale indifferenza.