logosito STAGIONE 1993 - 1994



CAMPIONATO
logosito


ROMA - INTER

XVI GIORNATA
19 Dicembre 1993

romacalcio
ROMA
1 - 1

inter calcio
INTER



Lorieri 5, Garzya 6,5, Festa 7, Mihajlovic 6,5, Comi 6, Carboni 5,5, Cappioli 6, Bonacina 6, Balbo 6,5, Giannini 6 (75' Piacentini Sv), Rizzitelli 6,5 (61' Benedetti 6)

All.: Mazzone
15' Balbo
70' Sosa

Arbitro: Collina
Espulso: 71' Mazzone per proteste
Zenga 7,5, Bergomi 6, Paganin A. 6,5, Shalimov 6, Paganin M. 5,5 (57' Dell'anno 6), Battistini 6, Orlando 6, Manicone 6, Fontolan 6,5, Bergkamp 6, Sosa 6

All.: Bagnoli
A disposizione:
Pazzagli, Berretta, Scarchilli

A disposizione:
Abate, Ferri, Tramezzani, Bianchi

I RISULTATI DI GIORNATA

CLASSIFICA
Atalanta 2 - 1 Genoa
Milan 24
Cremonese 1 - 1 Udinese
Sampdoria 22
Foggia 1 - 0 Torino
Juventus 21
Juventus 2 - 0 Piacenza
Parma 21
Lecce 1 - 2 Lazio
Inter 20
Milan 2 - 1 Cagliari
Lazio 20
Parma 1 - 3 Napoli
Napoli 18
Roma 1 - 1 Inter
Cremonese 17
Sampdoria 1 - 0 Reggiana
Torino 17




Roma 16




Foggia 15




Cagliari 14




Piacenza 14




Reggiana 12




Atalanta 11




Genoa 11




Udinese 11




Lecce 4



"Corriere dello Sport"

In prima pagina:
MA LORIERI NON È ZENGA. La Roma protesta: "Inventata la punizione di Sosa". Mazzone espulso.

IV pagina:
MAZZONE, CI VOLEVA ZENGA. L'Uomo Ragno fa la differenza. Dopo il gran gol di Balbo, para tutto. Poi Sosa brucia le mani a Lorieri.

V pagina:
GIANNINI: IO NON C'ERO! "In campo solo la maglia non il giocatore e l'uomo. Ho giocato con l'Inter. Chiedo scusa a compagni e tifosi".

VI pagina:
MAZZONE: CI VA TUTTO STORTO. "A Piacenza non dovevamo perdere, con la Samp battuti ai rigori, stavolta un grande Zenga. Ci mancano due punti".
"Visto? abbiamo segnato su azione. L'espulsione? Parlavo a Bonacina, non all'arbitro".
Elogi a Miha, assolto Lorieri.
articolo

Fumogeni in Sud
Fumogeni in Curva Sud

Sciarpata in Sud
Bella sciarpata in Sud coordinata dal Commando Ultrà

La Partita

Prima partita in notturna per la squadra di Mazzone e di fronte avevamo la squadra di Bergkamp e compagni. Ma Bergkamp chi l'ha visto? Doveva essere il giocatore che, pagato una barca di miliardi, doveva fare la differenza e portare l'Inter allo scudetto. Risultato: non ha mai fatto una partita alla grande in campionato, è stato messo anche in panchina e ha fatto 5 gol di cui 3 su rigore (stesso bottino di Balbo il quale non ha battuto neanche un rigore e ha giocato meno partite del nerazzurro).
Partita, per alcuni giocatori della Roma (leggi Giannini e Cappioli), falsata dalla massacrante maratona di giovedì contro la Sampdoria.
Giannini ha toccato solo una palla in modo degno di lui, tanto che alla sua giusta sostituzione, è stato fischiato. Comunque a fine gara si è scusato.
L'unica palla buona che ha toccato ha portato al gol: tocco di prima per far partire il contropiede, Festa lancia per Balbo lasciato solo sulla sinistra che di interno destro fa secco Zenga.
Già, Zenga.
Dopo il gol ha fatto 4-5 miracoli salvando la partita: prima su due bombe di Mihajlovic, poi su un paio di colpi di testa di Rizzitelli infine nel secondo tempo su una punizione alla Haessler di Balbo.
Poi l'Inter è uscita dal proprio guscio ma non per meriti propri ma perchè la Roma è calata, stroncata dalle fatiche di giovedì.
Dai e dai alla fine il pareggio è arrivato. I giallorossi hanno molto protestato per la punizione dalla quale è scaturito il gol perchè Mihajlovic è entrato su Shalimov in modo regolare. Poi Sosa ha tirato una bomba a 102 km/h sulla quale Lorieri ha fatto una papera forse perchè la palla ha girato all'ultimo.
La partita finisce così, senza altri sussulti e con i fischi dei tifosi (secondo me ingiusti).

Il Migliore

Da "LA ROMA" mensile di attualità sportiva.

Applausi e lodi. Questa volta gli spettano, perchè Sinisa Mihajlovic è stato finalmente all'altezza della sua fama.
Una gara giocata con grande cuore, un costante lavoro oscuro in copertura. Un suo grande tiro ha "costretto" Zenga ad applaudirlo.