logosito STAGIONE 1992 - 1993



CAMPIONATO
logosito


ANCONA - ROMA

XXVII GIORNATA

10 APRILE 1993

biglietto Ancona-Roma

anconacalcio
ANCONA
1 - 1

roma
ROMA



Nista, Fontana, Lorenzini, Pecoraro, Mazzarano, Glonek, Sogliano (22' Centofanti), Lupo, Agostini, Detari, Vecchiola (83' Caccia)

All.: Guerini
61' Giannini (rig.)
64' Lupo

Arbitro: Rodomonti
Cervone, Garzja, Rossi D., Piacentini, Aldair, Comi, Muzzi (87' Totti), Haessler, Salsano, Giannini, Rizzitelli

All.: Boskov
A disposizione:
Raponi, Modesti, Bertarelli

A disposizione:
Zinetti, Petruzzi, Bernardini, Torbidoni


I RISULTATI DI GIORNATA

CLASSIFICA
Ancona 1 - 1 Roma
Milan 43
Atalanta 2 - 1 Pescara
Inter 36
Fiorentina 2 - 2 Brescia
Parma 32
Genoa 2 - 0 Udinese
Lazio 31
Inter 1 - 1 Milan
Juventus 30
Juventus 2 - 1 Torino
Atalanta 29
Lazio 1 - 1 Foggia
Sampdoria 29
Napoli 1 - 1 Sampdoria
Torino 29
Parma 3 - 1 Cagliari
Cagliari 28




Roma 28




Napoli 26




Foggia 25




Fiorentina 24




Genoa 23




Udinese 23




Brescia 21




Ancona 17




Pescara 12



"Corriere dello Sport"


In prima pagina:
ROMA, C'È UN LUPO DI TROPPO. Immediata la sua risposta al rigore di Giannini.


La curva romanista
Il settore ospiti dello stadio visto dalla strada

Il settore ospiti
I tifosi della Roma giunti ad Ancona



La Partita

Da "LA ROMA" mensile di attualità sportiva.

In altri tempi, diciamo 3 mesi fa, un pareggio in trasferta e per di più conseguito in casa di una pericolante, sarebbe stato accolto come manna. Adesso no. Adesso che la Roma a ripreso a camminare in maniera spedita, l'1-1 di Ancona lascia l'amaro in bocca, dispiace e, tutto sommato, fa riflettere e pensare che i giallorossi riescono a trovare motivazioni solo quando sono chiamati ad affrontare avversari di grande levatura.
Non si può certo dire che l'incontro giocato al nuovo stadio Dorico di Ancona sia stato un modello per spettacolo e linearità di schemi. Improvvisamente in quei 90 minuti la Roma ha perduto il carattere e la concentrazione che l'avevano portata a raggiungere i lusinghieri successi, con qualche colpa da assegnare anche al tecnico costretto da una pesante situazione d'emergenza a schierare una serie infinita di difensori contro una contendente che ha mandato in campo una sola punta, Massimo Agostini.
La partita s'è accesa nella ripresa dopo i due gol: quello di Giannini realizzato su calcio di rigore, concesso per fallo di Mazzarano su Rizzitelli, e quello di Lupo, bravissimo due minuti dopo a sfruttare una macroscopica amnesia difensiva dei giallorossi. Sono state queste le due uniche occasioni di una certa rilevanza dietro alle quali romanisti e anconetani si sono adagiati, per un pareggio che, a ben vedere, non fa comodo a nessuno.

Il Migliore

Da "LA ROMA" mensile di attualità sportiva.

Certi atteggiamenti, magari, non gli sono consentiti, pur essendo capitano. Sarebbe però opportuno che i compagni di squadra si adeguassero al carattere, alla buona volontà che in questo campionato Giannini sta dimostrando. Come ad Ancona, dove ha preso a braccetto la squadra nei momenti difficili ed ha realizzato il rigore.