logosito STAGIONE 1930 - 1931



CAMPIONATO
logosito



ROMA - GENOVA

XXXII GIORNATA
14 Giugno 1931



Associazione Sportiva Roma
ROMA
5 - 0

associazione calcio genova 1893
GENOVA 1893



Masetti, Mattei, Bodini, Ferraris, Bernardini, D'Aquino, Costantino, Fasanelli, Volk, Lombardo, Chini Luduena

All.: Burgess
43' Chini Luduena
49' Lombardo
58' Bernardini
65' Chini Luduena
84' Volk

Arbitro: Rovida
Bacigalupo, Spigna, Pratto, Barbieri, Giglio, Orlandini, Patri, Bodini I, Banchero, Casanova, Ansaldo

All.: Szekany

Note: -



I RISULTATI DI GIORNATA
Alessandria 1 - 6 Bologna
Ambrosiana 3 - 2 Lazio
Brescia 1 - 1 Juventus
Legnano 1 - 1 Triestina
Modena 4 - 1 Livorno
Napoli 1 - 0 Casale
Pro Patria 2 - 2 Pro Vercelli
Roma 5 - 0 Genova 1893
Torino 3 - 1 Milan

CLASSIFICA
Juventus 52
Roma 49
Bologna 46
Genova 1893 44
Napoli 37
Ambrosiana 36
Brescia 32
Torino 32
Modena 32
Lazio 31
Milan 31
Pro Vercelli 29
Alessandria 25
Triestina 24
Pro Patria 23
Casale 19
Legnano 17
Livorno 17



La Roma
La squadra giallorossa scesa in campo per l'ultima partita stagionale al Campo Testaccio

Articolo di giornale

Roma-Genova: 5-0
La Roma, nella sua ultima partita di campionato sul proprio terreno, ha colto una meritata e clamorosa vittoria sul Genova. Nonostante il largo punteggio subito, il Genova ha tenuto con onore il campo, tanto che avrebbe meritato il perdere con un passivo più limitato. Il maggiore responsabile del mezzo disastro genovese è certamente il portiere Bacigalupo, che si è lasciato battere da più di un pallone parebile.
La partita ha avuto nei due tempi una fisionomia differente. Nel primo la Roma ha lungamento prevalso, ma non è riuscita a concretare la sua superiorità che a due minuti dalla gine. La squadra romana si è aggiudicata cinque calci d'angolo contro uno a favore degli avversari. [...] che la prima linea romanista è sembrata essere, nei momenti conclusivi, in preda a orgasmo, sciupando così più di una facile occasione di segnare. Chini al 17° minuto si è visto respingere un suo tiro dal palo. D'altra parte va considerato che il Genova aveva approntato tutta la tattica della squadra ad una vigile e accorta difensiva, mantenendo la propria mediana costantemente in posizione arretrata. Tuttavia al 43° un bolide di Volk da trenta metri non ha potuto essere bloccato da Bacigalupo e Chini, raccogliendo il pallone, non ha avuto difficoltà a spedirlo in rete da pochi metri.
La ripresa che, salvo i primi tredici minuti, ha segnato una netta prevalenza del Genova, si è conclusa al contrario con quattro punti a facore del Roma. L'inizio è stato buono. Sono trascorsi appena 30 secondi che il Roma segna il secondo goal con Lombardo in seguito ad un passaggio in profondità di Bernardini. Al 13° il terzo punto: Bernardini ha inviato da lontano raso a terra verso Bacigalupo, che perfettamente piazzato si è lasciato sfuggire il pallone fra le mani. Il Genova allora ha spiegato la squadra e si è gettato animosamente all'attacco, impegnandosi fino alla fine. Tuttavia non ha potuto nemmeno conseguire il punto dell'onore per la troppa indecisione nello sferrare il tirofinale dei suoi avanti sotto la porta romana. Solo Banchero ha saputo rendersi pericoloso. Il Genova in questo tempo ha usufruito di tre corners contro uno a favore della Roma. Al 29° minuto i genovesi hanno ottenuto un calcio di rigore, ma il tiro di Pratto è stato bloccato da Masetti. Frattanto la Roma, risospinta dai suoi magnifici sostegni, compiva sempre più frequenti e pericolose incursioni nell'area avversarei. Così al 30° si è avuto il quarto goal per merito di Chini, su azione in linea. A tre secondi dalla fine Volk ha sanzionato la vittoria dei suoi colori con quinto ed ultimo goal.
ROMA: Masetti, Mattei, Bodini, Ferraris, Bernardini, D'Aquino, Costantino, Fasanelli, Volk, Lombardo, Chini.
GENOVA: Bacigalupo, Spigna, Pratto, Barbieri, Giglio, Orlandini, Patri, Bodini I, Banchero, Casanova, Ansaldo.

Il Littoriale