logosito STAGIONE 1930 - 1931



CAMPIONATO
logosito



ROMA - TRIESTINA

XX GIORNATA
01 Marzo 1931



Associazione Sportiva Roma
ROMA
3 - 0
triestina
TRIESTINA



Pallotta, Ferraris, Bodini, Bossi, Bernardini, D'Aquino, Costantino, Fasanelli, Volk, Lombardo, Chini Luduena

All.: Burgess
7' Volk
43' Lombardo
76' Chini Luduena

Arbitro: Gonani
Bonetti, Gazzarri, Rigotti, Cuffersin, Villini, Pasinati, Coronari, Colausig, De Manzano, Rocco, Rebolino

All.: Toth

Note: -



I RISULTATI DI GIORNATA
Bologna 4 - 0 Lazio
Brescia 0 - 0 Ambrosiana
Casale 0 - 1 Juventus
Genova 1893 3 - 2 Livorno
Milan 1 - 1 Alessandria
Pro Patria 3 - 2 Napoli
Pro Vercelli 8 - 0 Legnano
Roma 3 - 0 Triestina
Torino 1 - 1 Modena

CLASSIFICA
Juventus 34
Roma 31
Bologna 29
Genova 1893 27
Napoli 25
Modena 23
Lazio 21
Torino 21
Milan 19
Pro Vercelli 19
Brescia 18
Ambrosiana 17
Triestina 17
Alessandria 16
Pro Patria 15
Legnano 11
Casale 10
Livorno 7



Il gol di Lombardo
Lombardo segna il primo goal per i giallorossi
Mischia in area
Una serrata fase sotto la porta degli ospiti

Il gol di Chini
La fase che ha fruttato il secondo goal alla Roma per merito di Chini. In primo piano si vede il portiere Bonetti messo fuori combattimneto mentre Fasanelli cerca di impossessarsi della palla; Chini che è nascosto dal palo viene e segna a porta vuota

Articolo di giornale

Roma-Triestina: 3-0
Il terreno pesantissimo e pantanoso ha in gran parte influito sullo svolgimento dell'incontro, provocando una lunga serie di errori e di cadute a tutto discapito della bellezza del gioco.
La Roma ha saputo adattarsi meglio alle condizioni del terreno basando il giuoco su allunghi in profondità alle ali e rapidi passaggi tra linea e linea, evitando i "dribbling". Così Lombardo, apparso oggi il migliore uomo dell'attacco romano, al ventesimo minuto del primo tempo batteva Bonetti con un tiro raso terra improvviso e violento. Poco dopo Volk, su passaggio dello stesso Lombardo, segnava il seondo punto per la Roma. Data la relativa facilità con cui i giallo-rossi si erano fino ad allora imposti agli avversari, sembrava che nel secondo tempo la sconfitta della Triestina dovesse assumere una maggiore gravità ma gli uomini di Gazzarri all'inizio della ripresa si sono gettati nella lotta con rinnovato vigore e hanno a lungo assediato la rete di Pallotta che oggi ha egregiamente sostituito l'ammalato Masetti. Si deve solo alla grande giornata di Ferraris e alle sterilità dell'attacco trisetino, nel quale De Manzano brillava a tratti, se la rete romana è rimasta anche in questo periodo inviolata. Poi, a poco a poco, la Roma, guidata egregiamente da Bernardini, riprendeva il sopravvento e a metà tempo, per una intempestiva uscita di Bonetti, Chini, giuocato Gazzarri, segnava il terzo punto romano.
Della Roma magnifici Lombardo, che sembrava trovarsi perfettamente a suo agio sul terreno pesante, Ferraris, che ha tirato i novanta minuti con la consueta foga combattiva. In forte ripresa Bernardini che specialmente nel secondo tempo, ha dominato in campo e bene come sempre Chini. Al di sotto del suo reale valore è sembrato Volk, che non gradisce certo il terreno pantanoso. Della Triestina, apparsa squadra velocissima e affiatata ma non forte nell'attacco come in difesa, sono emersi De Manzano e Gazzarri. Quest'ultimo però, del quale è stato detto recentemente gran bene, ha deluso un poco l'aspettativa ed ha più che altro errato nell'intestarsi in duelli di abilità con Chini che l'ha regolarmente battuto in tecnica e velocità.
TRIESTINA: Bonetti, Gazzarri, Rigotti, Cuffersin, Villini, Pasinati, Coronari, Colausig, De Manzano, Rocco, Rebolino.
ROMA: Pallotta, Ferraris, Bodini, Bossi, Bernardini, D'Aquino, Costantino, Fasanelli, Volk, Lombardo, Chini.
Arbitro Gonani che ha egregiamente diretto l'incontro con energia ed imparzialità.