logosito STAGIONE 1930 - 1931



CAMPIONATO
logosito



ROMA - BRESCIA

XVII GIORNATA
01 Febbraio 1931



Associazione Sportiva Roma
ROMA
3 - 0
bresciacalcio
BRESCIA



Masetti, De Micheli, Bodini, Ferraris, Bernardini, D'Aquino, Costantino, Fasanelli, Volk, Lombardo, Chini Luduena

All.: Burgess
48' Volk
54' Bernardini
75' Lombardo

Arbitro: Barlassina
Peruchetti, Gadaldi, Pasolini, Frisoni II, Scaltriti, Morselli, Maffioli, Gasperini, Bianchi, Ranelli, Bossini

All.: Schoffer

Note: -



I RISULTATI DI GIORNATA
Alessandria 1 - 1 Torino
Bologna 3 - 0 Pro Vercelli
Genova 1893 1 - 0 Triestina
Juventus 4 - 1 Livorno
Milan 4 - 0 Casale
Modena 3 - 0 Lazio
Napoli 2 - 1 Legnano
Pro Patria 1 - 1 Ambrosiana
Roma 3 - 0 Brescia

CLASSIFICA
Juventus 29
Napoli 25
Roma 25
Bologna 24
Genova 1893 21
Lazio 20
Modena 20
Torino 18
Alessandria 15
Brescia 15
Milan 15
Pro Vercelli 15
Ambrosiana 14
Triestina 14
Pro Patria 12
Legnano 9
Casale 8
Livorno 7



Peruchetti in angolo
Peruchetti svia in corner un pericoloso raso terra
Lombardo ostacolato
Peruchetti blocca un insidioso spiovente mentre un terzino ostacola Lombardo

Fasanelli in azione
Fasanelli si fa luce in mezzo alla difesa azzurra e di testa impegna il portiere bresciano

Difesa bresciana
La difesa bresciana al lavoro

Articolo di giornale

Roma-Brescia: 3-0
Netta e indiscutibile ma faticosa è stata la vittoria della Roma. Per tutto il primo tempo, sebbene largamente dominato, il Brescia era riuscito ad evitare la sconfitta e spesso anche a minacciare la rete avversaria con improvvise azioni che trovavano il centro del campo completamente sgombro piombando così di colpo sull'estremo reparto di difesa. Anche la Roma riusciva però a salvarsi da queste insidiose incursioni cosicché il ptimo tempo lasciava impregiudicate le sorti della giornata.
Nella ripresa la Roma operava qualche spostamento: Bernardini prendeva il posto di Fasanelli alla mezz'ala destra e Ferraris si allineava al centro della seconda linea. Il provvedimento si manifestava subito opportuno, utilissimo: l'attacco acquistava maggiore decisione e la difesa appariva più sicura ed efficace. Nello spazio di otto minuti due palloni finivano nella rete di Perrucchetti e con un terzo punto segnato ad un quarto d'ora dalla fine si completava la vittoria dei giallo-rossi. Lo spostamento avvenuto nella squadra romana nel corso della ripresa si deve esclusivamente alla sostituzione del centro sostegno. Per tutto il primo tempo Bernardini, senza riuscire a portare un valido contributo all'attacco, aveva lasciato un vuoto al centro del campo nel quale si sviluppavano senza difficoltà e con grave minaccia per la difesa, i tentativi di reazione degli attaccanti bresciani. I terzini non mancavano di risentire di questa anormale situazione e perdevano il controllo delle azioni avversarie e delle proprie posizioni, lasciandosi cogliere spesso in errori di piazzamento.
Cinque calci d'angolo venivano tirati nel primo tempo contro la rete di Perrucchetti. Nella ripresa la Roma segnava il primo goal al 2° minuto per merito di Volk che, in seguito ad un insidioso tiro di Chini, riprendeva la corta respinta di Perrucchetti. All'8° minuto Bernardini approfittava di una incertezza della difesa avversaria per segnare il secondo punto ed infine dopo un intermezzo bresciano che fruttava agli ospiti un calcio d'angolo, Lombardo otteneva il terzo goal mettendo in rete di testa una precisa centrata di Costantino.
ROMA: Masetti, De Micheli, Bodini, Ferraris, Bernardini, D'Aquino, Costantino, Fasanelli, Volk Lombardo, Chini.
BRESCIA: Perrucchetti, Gadaldi, Pasolini, Frisoni II, Scaltriti, Morselli, Maffioli, Gasperini, Bianchi, Ranelli, Bossini