logosito STAGIONE 1930 - 1931



CAMPIONATO
logosito



ROMA - LEGNANO

XIV GIORNATA
04 Gennaio 1931



Associazione Sportiva Roma
ROMA
3 - 0
Football Club Legnano
LEGNANO



Masetti, Ferraris, Bodini, Degni, Bernardini, D'Aquino, Costantino, Fasanelli, Volk, Lombardo, Chini Luduena

All.: Burgess
11' Volk
50' Fasanelli
59' Bernardini

Arbitro: Giorgi
Rotondi, Bellardi, Perduca, Begogno, Cidri, Gerola, Severi, Gabba, Baccillieri, Ostromann, Rizzi

All.: Barbesino

Note: -



I RISULTATI DI GIORNATA
Alessandria 2 - 2 Livorno
Ambrosiana 2 - 0 Genova 1893
Brescia 2 - 0 Lazio
Modena 1 - 2 Juventus
Napoli 2 - 0 Bologna
Pro Patria 2 - 1 Milan
Pro Vercelli 2 - 2 Triestina
Roma 3 - 0 Legnano
Torino 1 - 0 Casale

CLASSIFICA
Juventus 23
Roma 22
Napoli 21
Bologna 19
Lazio 18
Genova 1893 16
Brescia 14
Modena 14
Torino 14
Alessandria 13
Ambrosiana 13
Pro Vercelli 12
Pro Patria 11
Milan 10
Triestina 10
Casale 8
Legnano 7
Livorno 7



Fasanelli
Fasanelli impegna Rotondi con un tiro di testa
Il gol di Volk
Volk ha segnato il primo goal e il centro sostegno dei lilla si mette le mani nei capelli

Articolo di giornale

Roma-Legnano: 3-0
Il Legnano ha giocato una partita essenzialmente difensiva e deve a questa tattica, espletata con grande energia, il risultato abbastanza onorevole. Deve essere detto che la Roma, dal suo canto, non ha dimostrato di impegnarsi a fondo, sciupando più di una favorevole occasioni fra le quali un "penalty" che Chini ha calciato sopra la traversa. L'attacco giallo-rosso è stato oggi incerto ed impreciso nelle sue fasi conclusive, ed è riuscito comunque ad aver ragione della tenace difesa avversaria in virtù della collaborazione che ad esso ha prestato la linea mediana e talvolta anche i terzini, i quali hanno giocato buona parte dei due tempi nella metà campo legnanese.
La squadra ospite è apparsa troppo povera di qualità tecniche per poter tener testa ad una squadra di classe qual è la Roma ed è stata, quindi, largamente dominata da un capo all'altro della partita. Il solo elemento che si è distinto è stato Rotondi, il quale si è esibito in una serie di bellissime parate, sfoggiando risorse da grande giocatore. Per il resto, molto coraggio ed altrettanta mediocrità.
La Roma ha cominciato la serie dei "goals" all'indicesimo minuto con un bellissimo tiro di Volk che concludeva ad un'azione impostata da Bernardini e sviluppata da Costantino. Al 21° minuto, in seguito ad uno sgambetto di cui era vittima Costantino in area di rigore, l'arbitro concedeva alla Roma un "penalty" che Chini calciava sulla traversa. Sul finire del tempo, dopo aver subito un calcio d'angolo, il Legnano operava alcune azioni di attacco che costringevano la difesa romana a salvare in corner. Al 4° minuto della ripresa la Roma, in un'ennesima fase offensiva, otteneva un secondo calcio d'angolo che permetteva a Fasanelli di segnare di testa il secondo punto. Al 17° minuto Bernardini riprendeva un corto rimando della difesa avversaria e segnava con un bolide sotto la traversa. Da questo momento la Roma si esibiva in azioni accademiche che riuscivano egualmente a mettere più volte in serio pericolo la rete di Rotondi. La Roma otteneva così tre calci d'angolo senza per altro riuscire ad accrescere il bottino.
ROMA: Masetti, Ferraris, Bodini, Degni, Bernardini, D'Aquino, Costantino, Fasanelli, Volk, Lombardo, Chini.
LEGNANO: Rotondi, Bellardi, Perduca, Begogno, Cidri, Gerola, Severi, Gabba, Baccillieri, Ostromann, Ricci.
Arbitro: Giorgi di Milano

Il Littoriale