logosito STAGIONE 1929 - 1930



CAMPIONATO
logosito



TRIESTINA - ROMA

III GIORNATA
20 Ottobre 1929



triestina
TRIESTINA
1 - 1
Associazione Sportiva Roma
ROMA



Bonetti, Gazzari, Cudicini, Capitanio, Villini, Rigotti, Pasinati, Castellani, De Manzano, Ostromann, Pitacco

All.: Soutschek
25' Volk
82' Pasinati

Arbitro: Guarnieri
Ballante, Barzan, De Micheli, Finesi, Ferraris, Degni, Benatti,Bernardini, Volk, Ossoinach, Chini Luduena

All.: Baccani

Note: Espulso Capitanio.



I RISULTATI DI GIORNATA
Ambrosiana 2 - 1 Bologna
Brescia 3 - 2 Padova
Cremonese 0 - 0 Juventus
Lazio 0 - 0 Alessandria
Modena 1 - 1 Pro Vercelli
Napoli 2 - 1 Milan
Pro Patria 0 - 1 Genova 1893
Torino 3 - 0 Livorno
Triestina 1 - 1 Roma

CLASSIFICA
Torino 6
Genova 1893
5
Juventus
5
Alessandria
4
Ambrosiana 4
Milan 4
Pro Vercelli 4
Brescia 3
Lazio 3
Modena 3
Napoli 3
Pro Patria 3
Roma 3
Triestina 2
Bologna 1
Cremonese 1
Livorno 0
Padova 0



La squadra giallorossa
La gagliarda squadra della Roma ha sfiorato la vittoria sul campo della tecnica Triestina
De Micheli in azione
De Micheli arresta Castellano

Ballante in uscita
Ballante blocca un tiro insidioso di Pasinati

Articolo di giornale\

Triestina-Roma: 1-1
Le squadre scendono in campo nella seguente formazione:
UNIONE SPORTIVA TRIESTINA: Bonetti, Gazzarri II, Cudicini, Rigotto, Villini, Capitanio, Pasinati, Castellani, De Manzano, Ostromann, Pitacco.
ROMA: Ballante, Di Micheli, Barzan, Finesi, Ferraris, Degni, Benatti, Ossoinach, Volk, Bernardini, Chini.
La prima battuta per la Triestina. Ostromann saggia il terreno con un tiro che passa a mezzo metro dal palo, in una seconda sgroppata Castellani, infilato in un corridoio libero, sull'area romana ma lo carica De Micheli. La punizione battuta da Rigotto passa a destra della porta di Ballante. L'entrata in scena della Roma contrassegnata da grande energia e il Roma ad un pelo dal successo. Una bella azione giunge fino a due passi da Bonetti, ma tutto annullato da un offside. La risposta egualmente energica e ancora meglio congegnata. Castellani ha fatto partire un pallone che sembra una saetta. Ma il ball colpisce un montante. Tuttavia la minaccia permane in area granata, fra un clamore assordante. Castellani ancora protagonista della nuova sfuriata. La difesa dei romani caratterizzata da una certa durezza, che Guarnieri, l'arbitro, ferma a tempo. L'iniziativa prevalentemente triestina e poggia sulla destra dove Pasinati fatto segno alle cariche scorrette di De Micheli che infine ammonito.
Uno scambio ripetuto della palla in velocit e in eccellente stile tra Ostromann e De Manzano fatto oggetto di applausi. Nuove disapprovazioni per la pesantezza del giuoco romano. Fallo contro Roma e mele sotto Ballante. Ostromann con una rovesciata impegna a fondo il portiere. I granata si distendono in un contro-assalto e una durezza di Ostromann punita. Il pubblico protesta. Viene Barzan a sparare. La palla ha un effetto che inganna maledettamente la difesa. Bonetti impossibilitato, coperto com', ad intuire la traiettoria ed battuto: 25 minuto. Il successo romano passa sotto silenzio glaciale. Passato il primo momento la Triestina si butta a capofitto alla ricerca del pareggio; in una di queste azioni di attacco la Triestina perde una prima volta il pareggio: Castellani ha una palla netta a pochi passi da Ballante, ma si attarda nel concludere e l'entrata di De Micheli frustra la minaccia. Ma il pericolo ritorna.
Ostromann spara e Ballante risponde a tono; riprende De Manzano che ostacolato da due rossi. Mele: Ballante interviene infine e rimanda lontano. Castellani ritorna in possesso della palla e dalla linea di fondo crossa a mezza altezza, forte. De Manzano taglia fulmineo. Il tiro da pochi passi sorvola come una meteora la sbarra e finisce sul pubblico.
Riposo. Il giuoco riprende velocissimo.
Registriamo una parata difficilissima di Bonetti a terra su tiro di Bernardini. Una saetta di De Manzano parata con estrema difficolt a terra. L'attacco si rinnova. I mediani triestini sorreggono alle spalle l'attacco. La partita non muta aspetto fino alla fine. Ora le azioni da goal non si contano pi; ma la casa di Ballante sembra fatata. Ma quando ormai la rassegnazione comincia a far breccia, ecco a pochi minuti dalla fine, il goal che segna un pareggio maturato da tempo e che ora non pi bastante a contenere la giusta proporzione delle forze. Capitanio espulso dall'arbitro. La fine bruciata dall'emozione. La partita si esaurisce su un ennesimo attacco triestino.