logosito STAGIONE 1928 - 1929



CAMPIONATO
logosito



ALESSANDRIA - ROMA

XX GIORNATA
17 Marzo 1929



Unione Sportiva Alessandria
ALESSANDRIA
0 - 2
A TAVOLINO
Associazione Sportiva Roma
ROMA



Morando, Lauro, Costa, Avalle, Gandini, Bertolini, Chierico, Cattaneo, Banchero, Ferrari, Autelli

All.: Carcano
61' Barzan (rig.)
75' Volk

Arbitro: Scarpi
Ballante, Barzan, De Micheli, Ferraris, Degni, D'Aquino, Benatti, Fasanelli, Volk, Bernardini, Chini Luduena

All.: Garbutt

Note:
Al 60' Morando Ŕ costretto ad abbandonare il campo per infortunio.
La partita Ŕ stata sospesa all'80' per invesione di campo da parte dei tifosi locali sul punteggio di 2-0 per la Roma grazie ai gol segnati da Barzan su rigore al minuto 61' e da Volk al minuto 75'




I RISULTATI DI GIORNATA
Alessandria 0 - 2 tav. Roma
Bari 2 - 2 Milan
La Dominante 2 - 0 Livorno
Legnano 1 - 2 Torino
Modena 1 - 1 Pro Patria
Novara 2 - 0 Casale
Prato 1 - 3 Padova
Triestina 2 - 0 Atalanta

CLASSIFICA - GIRONE A
Torino 35
 Milan 31
Alessandria 29
Modena 26
Roma 25
La Dominante 21
Pro Patria 21
Livorno 18
Padova 18
Triestina 18
Atalanta 15
Legnano 14
Bari 13
Casale 13
Novara 13
Prato 10



Articolo di giornale
Alessandria-Roma sospeso dopo 80 minuti di gioco
La partita Ŕ stata guastata da un susseguirsi di incidenti che hanno condotto poi alla sospensione del gioco a dieci minuti dalla fine. L'incontro si Ŕ iniziato con una grande vivacitÓ combattiva, ma il gioco duro non tard˛ a fare la sua comparsa. ╚ l'impressione generale che l'iniziativa della maniera forte sia partita dai romani, che si sono valsi della maggiore prestanza fisica: il fatto si Ŕ che, data la condotta dell'arbitro che fu da tutti giudicata insufficiente, il gioco finý per marciare su una linea pericolosa, su un filo di rasoio dal quale era facile, come appunto avvenne, cadere nella degenerazione.
I grigi sono i primi a impegnare Barzan e Ballante, ma poi anche i romani scagliano raffiche rabbiose contro la porta alessandrina. Calcio d'angolo al 15░ contro i grigi; al 20░ e al 21░ corner contro i romani. Per alleviare la pressione cui soggiace la loro porta, i giallo-rossi ricorrono a mezzi troppo energici, e il pubblico comincia a impazientirsi quando giudica che Banchero in area Ŕ per due volte oggetto di carica irregolare. Ancora Banchero e Cattaneo sono vittime di falli gravi al limite dell'area di rigore, e questa volta l'arbitro punisce, ma i tiri mancano il bersaglio. Cosý giunse il riposo dopo un tiro insidioso di Bernardini, senza che le squadre abbiano segnato.
La ripresa si inizia con una netta superioritÓ alessandrina, che si esplica mercÚ specialmente Cattaneo e Banchero, il quale per˛ va sovente ruzzoloni. Al secondo minuto altro calcio di punizione contro il Roma. Poco dopo avviene un grave incidente. L'attacco romano arriva a Morando, il quale blocca un pallone sparato da Bernardini, ma mentre il portiere alessandrino si appresta a liberarsi del pallone, Ŕ caricato e cade semisvenuto a terra, colpito, pare, da alcuni calci al ventre. Il pallone Ŕ ripreso dai giocatori, Mauro lo tocca con le mani e l'arbitro Scarpi, del dolo, concede il penalty, mentre Morando Ŕ trasportato a braccia fuori dal campo e, dopo una prima medicazione, viene trasportato in ospedale con sintomi di commozione viscerale.
Il giuoco riprende mentre un velo di tristezza piomba sul campo, Ferrari sostituisce Morando, e non pu˛ parare il penalty tirato da Barzan. Gli alessandrini, per nulla scoraggiati, riprendono il vigoroso attacco. Calci d'angolo e calci di punizione sono segnati contro i romani. I grigi sembrano sul punto di pareggiare, quando, su una fuga, Volk batte Ferrari da una posizione che pubblico e giocatori giudicano di fuori gioco. ╚ il tracollo. I giocatori perdono il controllo dei nervi, il pubblico si abbandona ad escandescenze, per cui l'arbitro, al 35░ minuto, sospende la partita.
Alla partita assistevano varie personalitÓ, fra le quali il Prefetto S. E. Selvi e il vice-presidente della Federazione Calcio comm. M. Ferretti.
╚ la prima volta che sul campo degli Orti avvengono fatti cosý gravi ed incresciosi. Nessun incidente Ŕ avvenuto dopo la partita. All'arbitro, ai giocatori e ai supporters romani la forza pubblica ha assicurato la tranquilla partenza nella nostra cittÓ.

Il Littoriale
Turati consegna la Coppa Coni 1928 a Ferraris